Leopard 2, Mamba, Patriot, Marder... Gli europei stanno aumentando massicciamente il loro sostegno militare all'Ucraina

Da qualche giorno nelle cancellerie europee prevale il clima di un'imminente battaglia decisiva. Infatti, dopo mesi e mesi di procrastinazioni sulla natura offensiva o difensiva di questo o quell'equipaggiamento, o di molteplici pas de trois per giustificare determinate decisioni, sembra che la maggioranza delle grandi capitali europee si stia ora muovendo verso il sostegno di un massiccio contributo al governo ucraino sforzo di difesa, entro tempi più brevi del solito. L'inizio dell'anno è stato quindi segnato dalla decisione francese di consegnare i mezzi trasporto truppe Bastion, e soprattutto carri armati leggeri (o corazzati da ricognizione per chi è irritato da questa qualifica) AMX-10RC, aprendo la strada alla consegna di non - Corazzatura offensiva sovietica di prima linea, anche se le rimanenti scorte in Europa di carri armati T-72 e veicoli da combattimento di fanteria BMP stanno diminuendo e la produzione industriale russa è tornata a ritmi frenetici di 40-50 veicoli corazzati pesanti al mese.

Infatti, il giorno dopo l'annuncio francese, Berlino e Washington hanno annunciato congiuntamente la prossima consegna di VCI Marder e Bradley a Kiev, ma anche di 2 batterie Patriot aggiuntive oltre a quella già promessa da Joe Biden qualche settimana fa. Pertanto, la prossima settimana inizierà l'addestramento dei servitori ucraini di queste batterie. con sede a Fort Still in Oklahoma, in modo che le batterie possano essere consegnate e implementate "il più rapidamente possibile", secondo il generale di brigata dell'aeronautica americana Patt Ryder, che supervisiona questo addestramento. Allo stesso tempo, una formazione simile sarà intrapresa da Parigi e Roma per poter fornire a Kiev una batteria SAMP/T Mamba, che consentirà agli eserciti ucraini di poter contare nel giro di pochi mesi su 4 sistemi antiaerei e antibalistici a lungo raggio dalle altissime prestazioni. Ricordiamo di sfuggita che l'addestramento dei Patriot all'interno dell'US Army oggi richiede 2 anni, anche se questo sarà notevolmente accorciato vista l'urgenza operativa, ma anche il know-how degli operatori terra-aria ucraini che sapevano perfettamente come usano i loro sistemi S-300, Buk e Tor per negare il cielo ai combattenti russi, e che hanno anche imparato a implementare altri sistemi come il tedesco IRIS-T e il francese Crotale -NG nei record di tempo.

Francia e Italia si apprestano ad addestrare personale ucraino con l'obiettivo di allestire una batteria antiaerea e antimissilistica SAMP/T Mamba

Ma il più decisivo degli annunci fatti nei giorni scorsi è stato quello del presidente polacco Andrzej Duda, durante un incontro con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il suo omologo lituano, il premier Gitanas Nausèda, tenutosi oggi a Lviv. In effetti, il presidente polacco ha annunciato l'imminente invio di una compagnia di carri armati polacchi Leopard 2 in Ucraina, come parte di una "coalizione internazionale di donatori" per sostenere lo sforzo di difesa ucraino. Non sappiamo però l'inquadramento di questa coalizione, e soprattutto se Berlino abbia effettivamente dato il suo benestare a Varsavia per consegnare questi blindati costruiti da Krauss-Maffei Wegmann, 250 dei quali sono in servizio con le forze armate polacche. Come promemoria, una compagnia di carri armati rappresenta molto spesso 14 di questi veicoli corazzati, anche se questo numero può in alcuni casi superare le 20 unità.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE