Dopo lo SPIKE, il sistema antiaereo israeliano SPYDER sta per irrompere in Europa

Nel 2004, due gruppi industriali tedeschi della difesa, Rheinmetall Defence Electronics GmbH e DIEHL Munitionssysteme GmbH, hanno unito le forze con l'israeliana RAFAEL Ltd per creare la joint venture EUROSPIKE Gmbh, destinata non solo alla produzione di I nuovi missili anticarro SPIKE di Israele ordinato dalla Bundeswehr per sostituire i missili franco-tedeschi Milan e HOT, ma anche per offrire tutti i missili della famiglia SPIKE agli eserciti europei. Il fatto è che, mentre Euromissile controllava la quasi totalità degli eserciti europei in termini di missili anticarro negli anni '80 e '90, privando così l'industria americana di preziose quote di mercato in questo campo, questi sono proprio i missili SPIKE israeliani che, dal 2004, hanno preso il controllo di questi eserciti, essendo stati scelti da 21 dei 27 eserciti membri della NATO, inclusi 19 eserciti europei.

Una situazione simile sembra ora delinearsi, non nel campo dei missili anticarro, ma in quello dei sistemi antiaerei. In effeti, l'azienda Rafael ha recentemente annunciato di essere in trattative più o meno avanzate con 5 paesi europei al mese, Belgio, Bulgaria, Ungheria, Polonia e Romania, per acquisire il sistema antiaereo a medio raggio SPYDER, mentre la Repubblica Ceca ha già ordinato 4 batterie nel 2020 per sostituire i suoi sistemi SA-6 (2K12 Kub) ereditati dall'era sovietica . Un tale annuncio non mancherà di reagire in alcuni circoli europei, tanto più che esistono 3 sistemi equivalenti allo SPYDER e di fattura europea, Tedesco IRIS-T SL e il francese MICA VL (NG) per lo SPYDER-SR, e il più efficiente franco-italiano SAMP/T Mamba per lo SPYDER-MR.

Come il francese Mical VL, il tedesco Iris-t SL è il diretto concorrente dell'israeliano SPYDER-SR

Va detto che lo SPYDER non manca di attrattive per sedurre. In primo luogo, è modulare e adattabile, con un'offerta a corto raggio basata sul radar AESA EL/M-2106 e sul missile Python 5 a guida infrarossa, per una bolla di intercettazione con una portata di 20 km e ad una quota massima di 9000 m, e un'offerta di medio raggio basata sul potente radar AESA EL/M-2084 utilizzato in particolare dal sistema Iron Dome, e sul missile Derby attivo a guida radar, con una portata di 50 km a quota fino a 16.000 metri. Nella sua ultima evoluzione, lo SPYDER-MR (medio raggio), offre anche capacità di intercettazione antibalistica a corto raggio. Quest'ultima capacità, avanzata da Rafael, è però più commerciale che operativa, essendo particolarmente ridotta la bolla di protezione antibalistica offerta da un missile avente le prestazioni del Derby, solo contro i missili in fase discendente che puntano su un bersaglio precisamente protetto dalla batteria. Ma il più interessante degli argomenti di Rafael sta altrove, insieme ai rischi e ai vincoli ad esso connessi.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE