Secondo quanto riferito, la Cina ha raddoppiato la produzione di aerei da combattimento nell'ultimo anno

Tra il 2014 e il 2017, i cantieri navali cinesi hanno varato congiuntamente 6 cacciatorpediniere, una decina di fregate e una quindicina di corvette. Solo per il 2021 sono stati varati dai cantieri navali cinesi ben 7 cacciatorpediniere e 2 fregate, una nuova portaerei e molte altre navi, tutte considerate perfettamente moderne e molto ben equipaggiate e armate. . Per supportare l'espansione della flotta cinese, Pechino ha inoltre allestito 3 moderni centri di addestramento, addestramento e simulazione, uno per flotta, per addestrare, addestrare e qualificare gli equipaggi in concomitanza con la consegna di nuove navi. In effetti, l'ascesa della Marina dell'Esercito popolare di liberazione è diventata il segno visibile della modernizzazione e dell'espansione delle forze armate cinesi. soprattutto da quando nel 2019 Pechino ha vietato la diffusione di informazioni, anche sui social media, sulle forze armate e sull'industria della difesa del Paese.

Tuttavia, osservatori informati sono riusciti a seguire l'ascesa delle altre forze armate cinesi, in particolare per quanto riguarda le forze aeree. Così, sulla base dell'osservazione dei numeri di serie e delle immatricolazioni di aerei da combattimento pubblicati sui social network e su articoli di stampa cinesi, è emerso un consenso sulla produzione di aerei da combattimento annuali cinesi, con circa 80 nuovi caccia consegnati all'Aeronautica Militare cinese e all'Aeronautica Militare Forza ogni anno, inclusi da 20 a 30 J-20 di quinta generazione. In occasione dello Zhuhai Air Show, che si è tenuto la scorsa settimana, è apparso chiaro che la produzione cinese di aerei da combattimento è aumentata notevolmente negli ultimi mesi. Così, laddove la flotta di J-5 era stimata, un anno fa, in circa 20 unità, ora sembra che raggiungerebbe tra i 150 e i 220 velivoli, sulla base dell'osservazione della registrazione che attesta che la produzione del terzo lotto di dispositivi sarebbe a buon punto, con la produzione, in un anno, di 260-70 nuovi dispositivi, almeno il doppio del tasso di produzione osservato fino ad allora.

Derivato dal Su-30, il J-16 ha un'avionica completamente rinnovata e molto più moderna rispetto alla sua controparte russa, oltre a nuovi motori per una maggiore autonomia e maggiori prestazioni.

La produzione del J-20 non è l'unica che sembra essere aumentata negli ultimi mesi. Pertanto, anche il numero di caccia pesanti generici J-16 sembra essere aumentato in modo significativo nell'ultimo anno, mentre sono stati osservati anche nuovi J-10C monomotore e J-15 portati da portaerei. In totale, sembra che la produzione annua di velivoli da combattimento da parte delle industrie cinesi sia raddoppiata in un anno, fino a raggiungere e probabilmente anche superare i 150 velivoli all'anno, ovvero un tasso di produzione sostanzialmente equivalente a quello sostenuto dalle aziende aeronautiche per quanto riguarda l'F-35 , F-15EX e F/A-18E/F per le forze armate statunitensi.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE