Anche la Cina svilupperebbe un carro armato di nuova generazione

Negli ultimi mesi, e con la presentazione del KF-51 Panther di Rheinmetall all'Eurosatory 2022, il problema dell'ammodernamento della flotta di carri armati pesanti dell'esercito ha conosciuto un'accelerazione più che notevole in Occidente, portando la General Dynamics a presentare questa settimana a Washington una nuovissima versione dei suoi Abrams ha designato AbramsX, mentre la Russia, dal canto suo, ha presentato il T-14 Armata nel 2015. In quest'area, la posizione cinese era fino a poco tempo, a dir poco oscura. Come molte altre aree di sviluppo della tecnologia della difesa, Pechino era davvero particolarmente a bocca aperta riguardo ai suoi futuri programmi corazzati. Fatto, la presentazione questa domenica sul canale cinese dedicato alle forze armate CCTV, di un video che implica la prossima presentazione di un nuovo carro armato cinese, costituisce un vero e proprio evento.

Per il momento, come è avvenuto per la presentazione del bombardiere strategico HH-20, il video trasmesso sul canale cinese mostra solo una vaga silhouette ricoperta da un grande tessuto scuro su sfondo nero, lasciando poco spazio all'analisi, a parte il fatto che è probabile che questo nuovo carro armato di combattimento verrà effettivamente presentato pubblicamente in le prossime settimane o mesi. Si tratta anche, senza il minimo dubbio, di moderare nell'opinione pubblica cinese la presentazione fatta questa settimana dell'AbramsX allo show AUSA, la tempistica di questa trasmissione non lascia quasi dubbi sull'argomento. Quindi sappiamo molto poco di sicuro su questo futuro carro armato cinese, tranne alcune indiscrezioni che si sono infuse sulle reti cinesi. Si tratterebbe quindi di un carro armato relativamente ispirato all'Armata russa, con una torretta completamente robotizzata e maggiormente protetta debolmente per alleggerire il veicolo blindato, aumentarne la mobilità e ridurne i consumi, o ancora un avanzato sistema di protezione integrando un sistema Hard- Uccidi in modo nativo. Soprattutto sarebbe altamente automatizzato, al punto che il suo equipaggio si ridurrebbe a soli 2 membri. Infine, si parla di armature che trasportano sistemi di combattimento e ingaggio cooperativo molto avanzati, come ormai è la norma per questi carri armati di nuova generazione.

Come avvenuto lo scorso inverno durante la presentazione dell'HH-20 al coperto, il nuovo carro armato cinese si è presentato mascherato da canale CCTV

Sebbene sviluppato in gran segreto, l'annuncio dell'imminente presentazione di un nuovo carro armato cinese non sorprende di per sé. In effetti, l'Esercito popolare di liberazione ne ha schierati solo 1200 moderni carri armati pesanti Type-99 e 99A equivalenti dell'Abrams e del Leopard 2, insieme a 2500 Type-96 che affermano di essere l'equivalente del T-80 sovietico. Il più moderno di questi veicoli blindati, il Tipo-99A è entrato in servizio nel 2011, solo 650 unità sono state consegnate al PLA Il margine di progresso del PLA in questo settore è stato quindi significativo e la mancanza di sforzi negli ultimi 10 anni per aumentare e modernizzare in modo significativo la flotta di carri pesanti cinesi potrebbe suggerire che un nuovo modello fosse in preparazione, in particolare per mantenere l'equilibrio tecnologico con i mezzi a disposizione e che avrà a disposizione dei potenziali avversari di Pechino, tra cui Taiwan, che nel 2019 ha ordinato 108 carri armati americani M1A2 SEPv3 Abrams con gli Stati Uniti. Eppure, con l'annuncio di questo nuovo carro pesante, Pechino rischia di provocare l'accelerazione dei programmi occidentali, in particolare per gli Stati Uniti.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE