Il Rafale più favorito che mai in India contro il Super Hornet

Per modernizzare la sua flotta di caccia di bordo e per armare la nuova portaerei INS Vikrant che entrerà in servizio il 2 settembre, la Marina indiana aveva lanciato una competizione che coinvolgeva inizialmente 57 dispositivi di bordo. Dopo le prime valutazioni, sono stati selezionati due velivoli per continuare la competizione, l'americano Boeing F/A-18 Super Hornet Block III e il francese Dassault Rafale M. I due caccia hanno preso parte in particolare ad una campagna di test su trampolino di lancio presso la base aerea navale di Goa ad inizio anno, avendo entrambi dimostrato la loro capacità di utilizzare questo tipo di dispositivo per prendere il volo senza catapulta. Boeing moltiplica le comunicazioni con la stampa indiana per ingraziarsi l'opinione pubblica, anche se in questo campo è difficile mettere in ombra l'eccellente immagine pubblica in India del Rafale e del suo predecessore, il Mirage 2000. L'aereo francese, nel frattempo, è il grande favorito, posizione rafforzata dagli ultimi annunci della Marina indiana.

Infatti, il suo vice capo di stato maggiore, il vice ammiraglio SN Ghormade, ha confermato martedì davanti alla stampa una voce che circolava da diversi mesi davanti alla stampa, secondo la quale l'ordine della Marina indiana non riguarderebbe 57 velivoli come inizialmente previsto , ma solo su 26 cacciatori, questi davanti svolgere il ruolo di una soluzione provvisoria in attesa dell'arrivo del futuro caccia bimotore di bordo (Twin-Engined Deck Based Fighter o TEDBF) sviluppato dall'Agenzia indiana per gli armamenti, DRDO. In questo contesto, il Rafale M di Dassault Aviation ha asset decisivi per vincere contro il suo rivale americano, mentre la concorrenza è stata, fino ad ora, piuttosto indecisa.

Secondo il "Piano di navigazione 2045" presentato dalla US Navy, entro il 2040/2045 avrà ritirato dal servizio tutti i suoi Super Hornet

Dal punto di vista delle prestazioni, i due dispositivi si evolvono in un fazzoletto da taschino. Quindi, se il Super Hornet ha turbojet F-414 più potenti dell'M-88 francese del Rafale, l'aereo americano è anche molto più pesante del suo omologo francese, la potenza aggiuntiva dei suoi motori compensa solo il vuoto aggiuntivo di massa del F/A-18. In termini di capacità di carico utile, anche su trampolino, i due velivoli hanno dimostrato prestazioni molto simili, anche se la configurazione aerodinamica del Rafale dotato di canard plane e un carico alare inferiore a quello del Super Hornet favorisce in termini di raggio il velivolo francese di azione a parità di carico. In termini di capacità di rilevamento e autoprotezione, i due velivoli mostrano anche prestazioni comparabili se non simili, così come per quanto riguarda gli armamenti di bordo, avendo il Rafale il vantaggio del missile aria-aria a lungo raggio Meteor. e il potentissimo MICA NG, il Super Hornet, quello del missile aria-terra anti-radiazioni Harm. Tuttavia, il Rafale può ora contare su un programma di produzione e sviluppo molto più ricco e sereno nel tempo rispetto a quello del Super Hornet, che non sarà più in servizio con la US Navy entro il 2040/2045, e che non sarà più essere acquisito da quest'ultimo oltre il 2023.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE