SCAF o meno, dovrebbe essere sviluppata la coppia Super-Rafale Neuron proposta da Dassault

Come di consueto all'inizio dell'estate, le fiere delle armi si sono moltiplicate nelle ultime settimane, con Eurosatory in Francia dedicato alle armi da terra a metà giugno, la fiera aeronautica ILA di Berlino una settimana dopo, e questa settimana, il British Airshow di Farnborough. Ciò che lo è meno è la straordinaria discrezione della Francia, delle sue autorità e della sua industria aeronautica durante questi spettacoli, in particolare per quanto riguarda un programma che è tuttavia importante e consistente, l'Air Combat System of the Future, o SCAF. Il fatto è, dall'inizio dell'anno, il programma che riunisce Germania, Francia e Spagna è sospeso, in un contesto di disaccordo tra Dassault Aviation e Airbus D&S in merito alla condivisione industriale intorno alla progettazione del Next Generation Fighter o NGF, il pilastro principale del programma, e l'unico rimasto, ad oggi, sotto il pilotaggio francese. Per diverse settimane Dassault Aviation, attraverso la voce del suo amministratore delegato Eric Trappier, ma anche tutto il Team Rafale, ha suggerito che in caso di fallimento delle trattative, i costruttori francesi avessero un "piano B". Più recentemente, è apparso che questa alternativa si sarebbe basata su una coppia senza precedenti e molto promettente, che si unisce un Rafale Super-Rafale ridisegnato e ridisegnatoe un drone da combattimento stealth del programma NEUROn.

Per il Team Rafale, questo approccio costituirebbe un'alternativa economicamente sostenibile allo SCAF per la Francia ed efficace dal punto di vista operativo. Il nuovo velivolo da combattimento permetterebbe infatti di estendere le capacità operative ma soprattutto il potenziale evolutivo del Rafale per soddisfare le esigenze del combattimento aereo negli anni e nei decenni a venire, come quello del successo del Burst nei teatri operativi e sulla scena dell'esportazione. Il drone da combattimento stealth, nel frattempo, fornirebbe al nuovo dispositivo capacità di sorveglianza, soppressione e rilevamento ampiamente estese, anche in ambienti altamente contesi, soprattutto perché probabilmente sarà in grado, come il Rafale e il Super-Rafale, di fare affidamento su Remote Droni aviotrasportati di tipo vettore per estendere le loro capacità. Fondamentalmente, quindi, un tale approccio potrebbe sostituire efficacemente FCAS entro il 2040, data la visione che abbiamo oggi di come sarà la guerra aerea a quella data e oltre.

Il programma SCAF è ora sospeso, in attesa dell'arbitrato politico di Parigi e Berlino

Tuttavia, è opportuno mettere in discussione l'importanza dello sviluppo di un tale programma, anche se il programma SCAF dovesse continuare, e si dovesse trovare un accordo accettabile tra i produttori francesi e tedeschi. Infatti, ormai non ci sono dubbi sul fatto che l'entrata in servizio dell'NGF da parte dello SCAF in una versione operativa e illimitata probabilmente non avverrà prima del 2050. Tuttavia, nonostante le sue straordinarie capacità evolutive, la Raffica di Corrente farà fatica ad imporsi nel cielo in modo sicuro oltre una scadenza che può essere collocata tra il 2035 e il 2040. Il periodo che verrà, infatti, non avrà nulla a che vedere con gli ultimi 30 anni, in termini di ritmo tecnologico. Spinta dalla concorrenza sino-cinese, è più che probabile che una nuova corsa agli armamenti tecnologici continuerà per diversi decenni, in un ritmo tecnologico che sarà molto più simile agli anni '50 e '60 che agli anni '90 e 2000. Già oggi la Cina sta sviluppando ufficialmente 3 programmi di caccia stealth, il caccia pesante J-20, il caccia medio basato su portaerei J-35 e il bombardiere strategico H-20, a cui vanno aggiunti, anche se questo non è ufficialmente riconosciuto da Pechino , un quarto programma di cacciabombardieri stealth JH-XX destinato a sostituire il JH-7 entro la fine del decennio.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE