US Air Force e US Navy testano munizioni a impulsi elettromagnetici in volo

Durante gli anni 2000, l'US Air Force Research Laboratory ha sviluppato munizioni il cui potenziale operativo non era basato sull'uso di energia cinetica o una grande carica esplosiva, ma sull'emissione di un impulso elettromagnetico che avrebbe potuto distruggere le apparecchiature elettroniche vicine. Nel 2012, Boeing ha effettuato un test dimostrativo del Counter-electronics High-Power Microwave Advanced Missile Project, o CHAMP, distruggendo l'elettronica di bordo di 7 bersagli con questo nuovo missile. Tuttavia, se l'efficacia della tecnologia è stata effettivamente dimostrata, i suoi vincoli ne hanno impedito un efficace utilizzo in ambito militare, poiché le dimensioni del generatore di impulsi elettromagnetico di bordo richiedevano l'uso di un missile di oltre 6 metri di lunghezza. ad esempio, il 50% in più rispetto al missile da crociera aereo JASSM (4,5 metri).

Tuttavia, l'USAF RL, ma anche la US Navy, hanno ritenuto interessante perseverare in questo modo, al fine di sviluppare munizioni altrettanto efficaci ma più leggere e più piccole, in grado di essere imbarcate in missili esistenti, proprio come il JASSM-ER , ma anche in altre munizioni più piccole che possono aver luogo in particolare nelle stive dei caccia di nuova generazione, ma anche a bordo di droni o razzi guidati, pur continuando a sfruttare la tecnologia CHAMP. Questo nuovo programma, designato High-Powered Joint Electromagnetic Non-Kinetic Strike Weapon o HiJENKS, darà luogo quest'estate alla base aerea navale californiana di China Lake, ad una fase di test che segnerà la fine del suo sviluppo tecnologico, aprendo la strada, se il successo è con go, con un ingresso in servizio negli anni a venire.

Le munizioni CHAMP ora possono equipaggiare i missili da crociera JASSM-ER, ma rimangono troppo grandi per armare missili più compatti

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE