Compensazione industriale intorno all'F-35 in meno della metà del previsto in Belgio

Nell'ottobre 2018 le autorità belghe hanno annunciato l'acquisizione di 34 aerei da combattimento F-35A dall'americana Lockheed-Martin per sostituire la sua flotta di F-16, allineandosi così alla scelta olandese, avendo Amsterdam ordinato nel 2013 37 dispositivi di questo tipo , un formato che oggi si evolverà a 52 dispositivi e che potrebbe continuare a crescere ora che le autorità olandesi si sono impegnate ad aumentare il loro sforzo di difesa al 2% del PIL. Tuttavia, la decisione del governo Michel nel 2018, in gran parte condizionata dall'intensa attività di lobbying della NATO e del ministro della Difesa fiammingo Steven Vandeput, non ha mai smesso di suscitare polemiche in tutto il paese, con in particolare un interrogatorio ricorrente da parte di molti parlamentari belgi. E il recente rivelazioni pubblicate all'inizio di questa settimana dalla stampa di Bruxelles probabilmente genererà una nuova ondata di proteste, come si chiede il paese la possibilità di ordinare dispositivi aggiuntivi.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE