Terminator, TOS-2 e Su-57, la Russia schiera i suoi nuovi sistemi d'arma in Ucraina

Durante prime due fasi dell'offensiva contro l'Ucraina, le forze armate russe facevano affidamento principalmente sulle loro unità più stagionate e meglio equipaggiate a parte alcune unità d'élite tenute in riserva. Questo è il motivo per cui, durante le prime settimane del conflitto, le documentate perdite materiali russe erano principalmente composte da veicoli corazzati modernizzati come i carri armati pesanti T-72B3 e B3M, T-80U e BVM, e alcuni T-90A, come così come molti BMP-2, BMP-4 e altri BMD. Le numerose perdite registrate dagli eserciti russi durante queste due fasi abortite, portarono lo Stato Maggiore Generale a cambiare strategia e rivedere i propri obiettivi, ma anche ad ingaggiare equipaggiamenti molto più vecchi, come i carri armati T-72B e i VCI BMP-1. Tuttavia, nelle ultime settimane, Mosca sembra aver deciso di affidare in Ucraina alcune apparecchiature di ultima generazione, con l'arrivo dei carri armati T-90M, veicoli corazzati di scorta BMPT Terminator, e ancora più recentemente, dei sistemi di artiglieria TOS-2 e i robot Uran, mentre ci sono rapporti sul nuovo caccia Su-5 di 57a generazione utilizzato in questo conflitto.

Il dispiegamento di prototipi e apparecchiature di pre-produzione nelle zone di conflitto non è, di per sé, una novità per gli eserciti russi. Così, dal 2015 in Siria, le forze russe hanno schierato numerosi nuovi equipaggiamenti militari, non per fornire un valore aggiunto operativo decisivo, ma per valutare il loro comportamento operativo, sia dal punto di vista del combattimento che della pressione logistica che impongono. Con questo in mente, diversi prototipi Su-57 hanno trascorso del tempo presso la base aerea di Khmeimim e avrebbero svolto missioni di combattimento per valutare i loro punti di forza e vincoli. Allo stesso modo, i robot da combattimento a terra Uran 6 e 9, i nuovi veicoli corazzati come il T-90M, i sistemi di artiglieria come il sistema termobarico TOS-1A e i sistemi antiaerei di nuova generazione come il Pantsir S2 e Tor -M2 sono stati testati durante questo lungo periodo. -fare la guerra. Pertanto, gli eserciti russi avevano implementato un protocollo di feedback e modernizzazione che, visto dall'esterno, sembrava particolarmente efficace nel trarre insegnamenti da questi impegni di prova.

Il nuovo Pantsir-SM è stato progettato sulla base delle lezioni apprese e dei feedback dall'uso del Pantsir S1 e S2 in Siria e Libia

In effetti, non dovrebbe sorprendere quando l'agenzia di stampa ufficiale TASS annuncia che attrezzature come il carro pesante T-90M, il sistema termobarico TOS-2 e il Terminator BMPT sono state affidate in Ucraina. Tuttavia, questi annunci si verificano in un contesto molto specifico, rendendo la loro lettura più complessa. In effetti, allo stesso tempo, osservazioni ricorrenti nelle oblast confinanti con l'Ucraina, riportano l'arrivo di apparecchiature molto più antiche, come i carri armati T-72A e B risalenti agli anni '70 e all'inizio degli anni '80. , e persino il T-62M, un carro progettato come suggerisce il nome nel 1962, e il cui ammodernamento risale al 1983. Allo stesso modo, anche i sistemi di artiglieria che avrebbero dovuto essere ritirati dal servizio avrebbero aderito alla linea di ingaggio, come il 2S7M Malka da 203 mm o il Giansint 2S5 da 152 mm. Soprattutto, per far fronte a questo equipaggiamento di vecchia generazione, le forze ucraine stanno iniziando a ricevere e utilizzare equipaggiamenti occidentali molto più efficienti, come il cannone semovente francese CAESAR e l'obice trainato americano M-777, mentre molti altri sistemi come poiché il Krab polacco e l'AS90 britannico si uniranno presto alle linee ucraine, e che gli echi insistenti da Washington indicano la possibile consegna di lanciarazzi multipli HIMARS a Kiev, tutti questi sistemi sono di gran lunga superiori a quelli attualmente in servizio con il russo forze.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE