La Francia consegnerà i sistemi di artiglieria mobile CAESAR all'Ucraina

Aggiornamento 23/04: L'informazione che affermava il prelievo di Caesars sull'ordine marocchino era errata, il secondo paragrafo è stato quindi modificato a seguito di questa nuova informazione.

In un'intervista incentrata sui temi di politica internazionale rilasciata al qGiornale regionale della Francia occidentale, il presidente Macron ha indicato che oltre agli sforzi diplomatici compiuti in coordinamento con l'Ucraina per mantenere i contatti con il Cremlino, la Francia ha anche intensificato i suoi sforzi per consegnare armamenti all'Ucraina, citando anche i missili anticarro MILANO, e questa è una prima , Sistemi di artiglieria mobile CAESAR 155mm, un cannone rinomato per la sua alta precisione, portata e grande mobilità. A prima vista, questa dichiarazione sembrava sorprendente, dal momento che la Francia non aveva mai menzionato un'iniziativa del genere, e soprattutto l'esercito oggi ha solo 76 cannoni CAESAR, appena il numero necessario per adempiere al suo contratto operativo con la NATO. Si potrebbe allora pensare che il Presidente abbia commesso un errore, o lo abbia confuso con altri materiali come il missile antiaereo SATCP Mistral che sappiamo essere fornito anche agli ucraini.

Informazioni prese, non è così, e la Francia consegnerà infatti una batteria di sistemi CAESAR all'Ucraina, "meno di 10" secondo le nostre fonti. Questi cannoni saranno presi dalla scorta dei sistemi francesi, senza influire sul personale dei sistemi nei reggimenti. Contrariamente a quanto scrivevamo inizialmente, queste botti non saranno prelevate dalle linee di produzione Nexter in corso per Export, avendo l'Industriale stesso scoperto sulla stampa questa decisione presidenziale. Con ogni probabilità, gli impianti che verranno inviati in Ucraina saranno quindi prelevati dalle scorte rigenerative dell'Esercito, senza intaccare l'organico dei reggimenti, e saranno compensati successivamente da un nuovo ordine, probabilmente nell'ambito dell'ordinanza annunciata al l'inizio dell'anno per 33 sistemi CAESAR di nuova generazione in sostituzione dei semoventi AUF1 esauriti.

La portata e la precisione di CAESAR superano di gran lunga quelle dei sistemi russi equivalenti attualmente in servizio

Fin dall'inizio dell'offensiva russa, la Francia è sempre stata particolarmente discreta nelle consegne di armi all'Ucraina, cosa che peraltro le è valsa spesso indebiti rimproveri da parte di alcuni capi di Stato dell'Europa orientale tanto male informata quanto perentoria. Tuttavia, Parigi si era finora limitata alla consegna di munizioni, carburante, sistemi di protezione e alcuni missili come il MILANO e il Mistral. Infatti, l'imminente consegna di sistemi di artiglieria mobile come il CAESAR costituisce una vera evoluzione delle posizioni francesi in questo conflitto, mentre, secondo il presidente Macron, quest'ultimo non ha avuto alcun contatto con il suo omologo russo dalle rivelazioni del Boucha massacro. E consegnando i CAESAR, Parigi sta probabilmente rispondendo al bisogno più urgente degli eserciti ucraini di fronte all'offensiva russa nel Donbass, che si sta trasformando in un combattimento di artiglieria e potenza di fuoco, e non più un tentativo di guerra. movimento come all'inizio della guerra.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE