Il Brasile sta valutando un nuovo ordine per 30 Gripen E/F

Il 2021 sarà stato un anno di grande delusione per il produttore svedese Saab. Come i 5 anni precedenti, anche questo non sarà riuscito a imporre il suo caccia Gripen, sia che si tratti della classica versione JAS-39 C/D in Croazia, che ha preferito 12 Rafale di seconda mano acquisito dalla Francia, rispetto al suo Gripen NG o JAS-39 E/F con il suo vicino finlandese, che preferiva l'F-35A nonostante un'offerta molto attraente e ambiziosa da Stoccolma. Ad oggi, e a parte gli ordini Gripen NG per Flygvaptnet, l'aeronautica svedese e i 36 Gripen NG ordinati dal Brasile nel 2014, il portafoglio ordini di Saab rimane disperatamente vuoto. Per quanto riguarda le competizioni in corso, fuori dalle Filippine, in cui è impegnato il Gripen, come in Canada o in India, quest'ultimo appare come un outsider, e talvolta anche come un promotore.

Ha infatti una dimensione non strategica, ma vitale per il produttore svedese, in quanto questa è probabilmente l'unica concorrenza negli anni a venire per la quale il suo dispositivo svolgerà il ruolo di favorito. Inoltre, secondo le dichiarazioni di un quotidiano brasiliano, è possibile che non vi sia concorrenza internazionale, in quanto San Paolo valuterebbe di negoziare direttamente con Stoccolma una nuova tranche di 30 aeromobili, senza dover ricorrere a una procedura di gara.

Il Gripen E è un dispositivo che offre prestazioni elevate, ma che oggi è svantaggiato da un prezzo unitario elevato rispetto alla concorrenza, per una capacità di carico relativamente ridotta.

Va detto che nessun produttore sarebbe in grado di posizionarsi in modo aggressivo come Saab in questo mercato. Già, nel 2014, Saab aveva concesso al Brasile l'assemblaggio locale della maggior parte dei 36 velivoli ordinati dal produttore di aeromobili locale Embraer. Ed è molto improbabile che un altro produttore di aeromobili possa offrire una soluzione del genere per un ordine di soli 30 nuovi aeromobili, senza vederne esplodere i costi unitari. Inoltre, come nel caso del Rafales in India, la preesistenza di una flotta Gripen NG all'interno dell'Aeronautica Militare brasiliana genera notevoli risparmi rispetto a un nuovo lotto, in particolare in termini di addestramento e logistica. Infatti, e in maniera perfettamente obiettiva, San Paolo avrebbe infatti tutto l'interesse a rivolgersi a Saab per rafforzare la propria forza aerea, sia dal punto di vista economico che operativo.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso completo agli articoli di notizie, analisi e sintesi. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

A partire da 5,90€ al mese (3,0€ al mese per gli studenti) – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE