L'esercito americano investirà 2,7 miliardi di dollari nei sistemi di avvistamento dei suoi fucili d'assalto di nuova generazione

Nella maggior parte dei film di fantascienza, le armi del futuro sono dotate di sistemi di mira estremamente avanzati in grado di rilevare bersagli in penombra o dietro copertura, calcolare la traiettoria balistica e comunicare con altre armi. Ancora una volta, la realtà si unirà presto alla finzione, da allora l'esercito americano ha appena assegnato un contratto di ben 2,7 miliardi di dollari alla società Vortex Optics, al fine di fornire circa 250.000 sistemi di controllo del fuoco XM157 NGSW-FC (Fire Control) nell'ambito del programma Next Generation Squad Weapons. Il sistema equipaggerà sia i fucili d'assalto NGSW-R che le armi di supporto del programma NGSW-AR, entrambi basati, tra l'altro, su un nuovo calibro da 6,8 mm che offre una maggiore potenza di fuoco di fronte al tradizionale 5,56 mm NATO attualmente in servizio.

E capacità innovative, l'XM157 non mancherà, con un sistema di intensificazione della luce, un telemetro laser, un computer balistico accoppiato a un laser di puntamento visibile o infrarosso, una stazione atmosferica, un sistema di registrazione e un sistema di comunicazione, il tutto integrato in un digitale interfaccia. L'obiettivo perseguito dall'esercito americano è allo stesso tempo aumentare la precisione e la letalità del fuoco, e quindi la potenza di fuoco delle sue unità, ma anche aumentare l'interoperabilità delle forze, in applicazione della dottrina. -Comando e controllo del dominio. Sarà, con ogni probabilità, collegato al futuro sistema collegato aumentata IVAS attualmente in fase di sviluppo, in particolare per gli aspetti comunicativi. Questi nuovi sistemi permetteranno in particolare di aumentare il raggio di ingaggio sfruttando la maggiore potenza dei proiettili legati al nuovo calibro, così da surclassare le unità nemiche in quest'area, e quindi ingaggiarle prima che possano -anche, vendicarsi.

Se il sistema elettro-ottico del programma NGSW è stato assegnato a Vortex Optics (a scapito di L3 Harris, suo concorrente in questa competizione), la scelta del produttore delle due armi di fanteria destinate a sostituire i fucili d'assalto M4 nonché le mitragliatrici M249 SAW e M240, devono ancora essere arbitrate. Dei 5 concorrenti inizialmente in gara, tre sono già stati eliminati, Textron System, FN-America e PCP-Tactical. I due concorrenti ancora in valutazione sono SIG Sauer con il SIG MCX nel campo dei fucili d'assalto e il SIG MG 6.8 per le armi di supporto, oltre a True Velocity con il fucile d'assalto RM-277R che utilizza la configurazione Bullpup, e l'RM Mitragliatrice -277AR. Il contratto definitivo dovrebbe consentire la consegna di circa 250.000 esemplari di NGSW-R (Rifle or Assault Rifle) e -AR (Automatic Rifle or support armi/mitragliatrice) distribuiti tra l'Esercito degli Stati Uniti e il Corpo dei Marines, a destinazione prioritaria di unità di fanteria e fanteria meccanizzata, le restanti unità di supporto, dal canto loro, dotate di M4 e MP.

Uno dei due finalisti del programma NGSW, l'RM-277 di True Velicty si basa su una struttura Bullpup

Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE