Presto in servizio una nuova versione del caccia pesante cinese J-15?

Come per il caccia da superiorità aerea J-11 derivato dal Su-27, o il caccia bombardiere J-16 derivato dal Su-30, il caccia portaerei standard dell'aeronautica militare cinese, il J-15, è il risultato del reverse engineering di un caccia russo della famiglia Flanker, in questo caso un Su-33 acquistato dall'Ucraina quando Pechino acquistò lo scafo della portaerei Varyag, lasciata in terra desolata nei cantieri ucraini dopo l'implosione dell'Unione Sovietica . Ma a differenza del J-11B, e soprattutto del J-16, il J-15 aveva subito poco ammodernamento nel processo di conversione, e soffriva di diverse carenze che già colpivano il fratello maggiore sovietico, in particolare una mancanza di affidabilità che ha portato a numerosi incidenti. Tuttavia, e nonostante l'imminente arrivo della nuova generazione di caccia stealth a bordo designato per il momento con il termine J-35, la Marina cinese continua a fidarsi del suo cacciabombardiere pesante per equipaggiare le sue portaerei, siano esse le due navi dotate di trampolini già in servizio, o il future portaerei equipaggiate con catapulte Tipo 003, la cui prima unità dovrebbe essere lanciata nelle prossime settimane.

Per questo la Marina cinese si è impegnata a progettare una nuova versione del suo dispositivo, designato ad oggi con il codice ufficioso di J-15T, un velivolo più moderno e soprattutto in grado di utilizzare le potenti catapulte della futura portaerei cinese per decollare dal ponte di volo a pieno carico. Finora però si sapeva poco di questo nuovo dispositivo, ma una foto recentemente pubblicata sui social cinesi che mostra il cacciatore trainato su una pista di rullaggio, ci permette di osservare diversi importanti cambiamenti. Data l'angolazione della foto, e la presenza di un trattore davanti all'aereo, sono visibili solo pochi elementi, come nuovi piloni all'estremità dell'ala identici a quelli del J-16 e che consentono di fatto d' ' prendere a bordo il nuovo missile aria-aria a corto raggio PL-10 molto più efficiente del suo antenato PL-8, un nuovo sensore a infrarossi frontale IRST, nonché un cono radar trasformato, suggerendo la presenza di un nuovo radar, molto probabilmente dotato di un'antenna AESA, come tutti gli altri aerei cinesi moderni dal J-10 al J-20.

La foto del J-15T sulla taxiway pubblicata sulla RS Chinese cinese

È interessante notare che la Marina cinese ha scelto per le sue portaerei pesanti una flotta composta da due modelli di aerei da combattimento, lo stealth J-35 da un lato e il J-15T dall'altro. Quest'ultimo essendo più pesante, avrà a priori una maggiore capacità di carico e una lunghezza maggiore rispetto al J-35, e svolgerà probabilmente il ruolo di "camion munizioni" a vantaggio dei dispositivi stealth, pur restando a distanza di sicurezza poiché il J-15 non è né furtivo, né discreto. Inoltre, una versione per la guerra elettronica, paragonabile al aeronautica cinese J-16D, e per ora denominato J-15D, è anche in fase di sperimentazione, al fine di conferire al gruppo aviotrasportato prestazioni paragonabili a quelle dell'americana GAE a bordo delle portaerei di classe Nimitz. Infine, ci sono molte indicazioni che attueranno anche le portaerei cinesi Droni da combattimento stealth della famiglia GJ-11, per completare la panoplia offensiva della nave.

Sulla carta, quindi, e dall'entrata in servizio entro il 2024 della prima portaerei Type 003 e dei suoi nuovi aerei da combattimento J-35, J-15T/D, GJ-11 e Air Watch KJ-600, questa avrà un potenziale operativo dell'aviazione che non avrà nulla da invidiare a quello delle portaerei americane. Resta da stabilire quanto tempo impiegherà i marinai cinesi a imparare a implementare efficacemente uno strumento del genere, di straordinaria complessità, peraltro in un contesto di crescente competizione con la più esperta delle forze navali del momento, la US Navy. Due scuole si scontrano su questa questione, tra chi stima che occorreranno diversi anni, addirittura un decennio perché la Marina cinese riesca a utilizzare efficacemente questo strumento, e chi stima che questo ritardo potrebbe essere molto più lungo. in poi l'ascesa al potere che sembra perfettamente sotto controllo della Marina cinese in altre aree, come sottomarini o combattenti di superficie. Una cosa è certa, il giorno in cui le Forze Navali dell'Esercito Popolare di Liberazione si sentiranno perfettamente pronte a sfidare la Marina degli Stati Uniti, è più che probabile che lo chiariranno...

Il J-35 sarà il fulcro del gruppo aereo a bordo delle portaerei Type 003 della Marina cinese e successive

Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE