L'ipotesi F-35 ricomparirà in Germania?

Pubblicata ieri la nuova coalizione di governo in Germania accordo di coalizione che costituisce il contratto globale attorno al quale socialdemocratici, verdi e liberali si sono accordati per governare insieme il Paese. Il documento di 177 pagine tratta molti aspetti della politica economica, sociale, ambientale e internazionale. A differenza del discorso di politica generale presentato da ogni nuovo governo francese, questo accordo di coalizione costituisce un fermo impegno su cui la coalizione di governo ha concordato e si è impegnata, e ogni paragrafo, ogni parola è stata sottovalutata. La dimensione della difesa è naturalmente trattata lì, così come la dimensione europea di questo dossier. Tuttavia, molti elementi contenuti in questo testo, così come i recenti eventi correlati, suggeriscono che Olaf Scholtz e i suoi alleati siano, se non impegnati, almeno aperti a rivalutare l'ipotesi dell'acquisizione di F-35 per la Luftwaffe in sostituzione parte del suo Tornado.

Ricordiamo che nel marzo 2020, il governo di Angela Merkel ha arbitrato a favore dell'acquisizione di 90 Typhoon e di 45 F / A 18 E / F Super Hornet e EA-18G Growler del Boeing americano per sostituire i circa 85 Panavia Tornado ancora in servizio con la Luftwaffe, così come i primi lotti di Typhoon, il cui ammodernamento è stato ritenuto troppo costoso per portarli allo standard multi-missione della tranche 3B. Questo annuncio aveva fatto un sacco di disordini all'interno della NATO et attraverso l'Atlantico, che favorire ancora l'acquisizione di F-35A al posto dei Super Hornets e dei Growlers, al fine di garantire le missioni di rimozione delle difese antiaeree e soprattutto le missioni di attacco nucleare nell'ambito della NATO. Ma Angela Merkel ha condiviso l'opinione di Emmanuel Macron e delle autorità francesi, secondo cui l'arrivo dell'F-35 in Germania costituirebbe in definitiva una minaccia per il buon funzionamento del programma di caccia SCAF di nuova generazione.

Per sostituire il Tornado dedicato alle missioni di attacco nucleare nell'ambito della NATO, Berlino aveva annunciato che avrebbe favorito l'acquisizione di F/A 18 E/F Super Hornets.

Va inoltre ricordato che, per il momento, gli unici dispositivi abilitati per implementare la nuova bomba nucleare B-61-12, proprio quelle che sostituiranno le bombe nucleari mk4 e mk7 attualmente utilizzate dagli F-16 belgi, olandesi e turchi, e dai Tornado tedeschi e italiani nell'ambito della NATO, sono l'F-35A e l'F-15E Strike Aquila. Il Super Hornet non può trasportare queste munizioni e, ad oggi, nessuna campagna di qualificazione del dispositivo è stata annunciata dalle autorità americane. In effetti, la scelta di Angela Merkel di privilegiare il Super Hornet e il Growler contro l'F-35A è stata una scommessa potenzialmente rischiosa, che potrebbe portare la Germania ad essere esclusa, se non definitivamente, almeno temporaneamente, dalla condivisione delle missioni nucleare della Nato. L'argomento era tanto più delicato una volta passate le elezioni legislative, dal momento che la formazione di una coalizione includeva i Verdi tedeschi tradizionalmente antinucleari, lasciando paura delle posizioni ostili di Berlino su questo argomento. Le trattative sono state dunque intense nei giorni scorsi, e l'allusione di Jens Stoltenberg, Segretario Generale della NATO, allaha la possibilità per l'Alleanza di spostare alcune di queste bombe nucleari comandato dal sistema di doppie chiavi, una nelle mani degli Stati Uniti, l'altra del governo delle forze aeree che trasportano le munizioni, apparse probabilmente senza contesto.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE