La Russia sfida l'F-35 negli Emirati Arabi Uniti con il Su-75 Checkmate

Dalla sua presentazione ufficiale quest'estate all'ARMY-2021 di Mosca, il nuovo caccia monomotore russo di quinta generazione Su-5 Checkmate è ovviamente diventato il cavallo di battaglia di Sukhoi ma anche di Rostec per vincere durante le Prossime competizioni internazionali nel campo degli aerei da combattimento . Questa settimana, al Dubai Airshow, il nuovo velivolo, che esiste ancora solo come prototipo statico, ha mosso i primi passi sulla scena internazionale, e si posiziona chiaramente come un'alternativa all'F-35A American americano, ma anche agli europei Rafale, Typhoon e Gripen, nei discorsi dei funzionari russi, in particolare sul mercato mediorientale.

Ricordiamo che il Su-75 Checkmate è un caccia monomotore che riprende i codici della quinta generazione e offre, almeno nel discorso di Rostec, molti vantaggi molto interessanti. Con un peso massimo al decollo di 5 tonnellate e un peso a vuoto di 18 tonnellate, l'aereo rientrerebbe nella categoria dei caccia monomotore multiuso come il Mirage 10 o l'F-2000. Tuttavia, le prestazioni annunciate, con in particolare un raggio operativo di oltre 16 km, e una significativa capacità di carico di armi, lo collocherebbero maggiormente in quello dell'F-1000A, del Super Hornet o del Rafale, 35 tonnellate a decollo, più costoso da acquistare e utilizzare. Oltre a una promessa di stealth, offre anche un ottimo rapporto spinta-peso anche con il motore interim AL-25F41, un'elevata manovrabilità grazie alla spinta vettoriale tridimensionale offerta da questo motore, e un'avionica di bordo perfettamente moderna incorporando radar AESA, casco di puntamento, FLIR e fusione di dati.

Anche se è quasi 12 tonnellate più leggero del Su-57, il Su-75 rimane un dispositivo imponente che non gli consente di essere classificato nella categoria dei caccia "leggeri".

In occasione di questo salone, il costruttore russo ha anche confermato di voler sviluppare una versione senza equipaggio del suo dispositivo, senza fornire ulteriori dettagli su questa versione. Questo annuncio potrebbe far pensare che l'S-70 Okhotnik B, più imponente e dotato di un raggio d'azione e di un carico utile nettamente superiori a quelli dello Checkmate, sarebbe, dal canto suo, riservato alle forze aeree russe. , e che il la versione drone del Su-75 coprirebbe questo segmento sulla scena internazionale. Si noterà a questo proposito che Le forze aeree russe non hanno ancora formalizzato il loro interesse per il nuovo velivolo, anche se il management di Rostec ha annunciato che le trattative contrattuali per l'esportazione di questo non inizieranno fino all'inizio della produzione in serie nel 2026, il che suggerisce che i primi lotti prodotti saranno effettivamente per uso domestico.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE