Parigi e Londra rilanciano la loro cooperazione nel campo dei missili tattici

La cooperazione franco-britannica in termini di sviluppo dei sistemi militari è stata spesso difficile, e segnata da aspri insuccessi, come è stato ad esempio il caso del progetto di portaerei tra i due Paesi. Ma quando ha successo, spesso si ottiene un'attrezzatura di altissima qualità. Questo è stato il caso nel campo degli elicotteri con il Gazelle e il Puma, nel campo degli aerei da combattimento con il Jaguar e, più recentemente, nel campo dei cannoni d'artiglieria con il sistema di munizione telescopico da 40 mm. Ma il campo preferito di questa cooperazione per diversi decenni sono stati i missili tattici, con sistemi come il CUOIO CAPELLUTO/Ombra della Tempesta e nuovo missile ANL / Sea Venom che offrono entrambe capacità avanzate alle forze armate di due paesi, nonché ai loro clienti esteri.

Oltre alla cooperazione nel campo della guerra contro le mine, Parigi e Londra hanno sviluppato insieme per diversi anni una nuova famiglia di missili destinata a sostituire sia il francese Exocet che l'americano Harpoon nel campo della guerra antinave a lungo raggio, come così come il missile da crociera Scalp / Storm Shadow che equipaggia Rafale, Typhoon e Mirage 2000. Designato Futuri missili antinave / Futuri missili da crociera o FMAN / FMC, questa cooperazione dovrebbe portare entro il 2030 a dotare le forze navali e aeree dei due Paesi di capacità operative avanzate in grado di sfidare i migliori sistemi antimissile e di protezione ravvicinata in servizio o in futuro. Pertanto, durante la sua ultima audizione da parte di un comitato di difesa riportato a solo 4 deputati, gli altri 26 membri di questa commissione ovviamente avendo di meglio da fare che ascoltare il rapporto della Direzione Generale degli Armamenti, il Delegato Generale Joël Barre ha indicato che la FMC avrebbe le capacità di soppressione delle difese antiaeree nemiche molto avanza, offrendo una capacità perduta da tempo all'aeronautica francese.

Il missile da crociera SCALP/Storm Shadow rappresenta una capacità operativa decisiva per le forze aeree francesi e britanniche.

Tuttavia, nel contesto delle tensioni tra Francia e Gran Bretagna su molti temi, tra cui la Brexit e la partecipazione di Londra all'alleanza Aukus, era diventato difficile riunire gli attori dei due Paesi per portare avanti questa cooperazione che è comunque essenziale per il funzionamento capacità degli eserciti dei due paesi nel prossimo futuro. Dopo diversi rinvii, un incontro di lavoro attorno al partenariato designato con l'acronimo MCM ITP for Materials and Components for Missile Innovation and Technology Partnership, si è tenuto il 27 e 28 ottobre, riunendo rappresentanti del Ministero della Difesa e del DSTL britannico (Defense and Science Technology Laboratory), il DGA francese e industriali come Thales, MBDA e Leonardo.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE