Contro ogni logica, il nuovo veicolo blindato leggero dell'Esercito sarà progettato in cooperazione europea

La sostituzione dei veicoli corazzati leggeri, o LAV, è oggi in cima alla lista dei programmi urgenti per l'esercito francese. Progettato negli anni '80 dalla società Panhard General Defense (integrata in Arquus quando il marchio è stato creato nel 2018), il VBL è stato coinvolto in tutti gli impegni francesi da quando è entrato in servizio nel 1990. Nonostante le innegabili qualità, in particolare in termini di mobilità e scalabilità , il veicolo essendo stato declinato in 13 versioni di cui 7 in servizio nelle armate francesi, segna ora il peso degli anni di fronte all'inasprimento degli impegni, ma anche di fronte agli ordigni esplosivi improvvisati utilizzati dai combattenti islamisti in Mali Per esempio. Pertanto, 5 soldati francesi hanno perso la vita nel 2020 e nel 2021 a bordo di LAV distrutti da un IED. Inoltre, il veicolo non è adatto per l'integrazione del nuovo equipaggiamento di innesto cooperativo del Il programma SCORPION al centro dell'evoluzione dell'Esercito.

Per sostituirlo, lo stato maggiore francese si è preparato a lanciare il programma VBAE, per veicoli corazzati per l'assistenza all'ingaggio, come suggerisce il nome, un veicolo blindato (leggero) integrato in questa bolla informativa SCORPION e che fornisce un alto valore aggiunto attraverso la sua mobilità per riconoscere e identificare le informazioni critiche sul campo di battaglia. Inizialmente, il programma doveva essere lanciato durante la prossima Legge di Programmazione Militare del 2026, ma le esigenze dell'Esercito sono talmente urgenti, in particolare di poter costituire quanto prima unità pronte all'ingaggio. parzialmente integrato nell'attuale LPM, a scapito di parte delle consegne di VBMR Griffon, Serval e EBRC Jaguar, in modo da liberare le necessarie capacità di bilancio e industriali.

Lo Scarabée d'arquas offre un altissimo livello di prestazioni che avvantaggerebbe perfettamente le unità di prima linea destinate agli impegni dell'esercito ad alta intensità.

Inoltre, due industriali francesi, Arquus e Thales, hanno anticipato da diversi anni gli sviluppi attuali e la necessità che oggi preme all'Esercito. francese-svedese Arquus sviluppò così lo Scarabeo, un veicolo blindato leggero di fascia alta derivato dal programma Combat Reconnaissance Armored Buggy, o CRAB, che ha fatto scalpore all'Eurosatory nel 2012. Con una massa a vuoto di 7 tonnellate per una massa di combattimento di 9 tonnellate, lo Scarabée incorpora tutte le capacità necessarie per l'impegno cooperativo, nonché una mobilità straordinaria con un rapporto potenza-peso di 38 Hp per tonnellata. Thales, da parte sua, sviluppò l'Hawkei, un veicolo blindato di 7 tonnellate vuoto e 10 tonnellate massimo in combattimento, inizialmente progettato per gli eserciti australiani che ne ordinarono 1.100 copie.

Tuttavia, il Ministero delle Forze Armate e la DGA hanno dato priorità alla cooperazione europea in questo dossier, avviando il programma nel 2020. Sistemi corazzati aumentati altamente mobili del futuro europeo , o FAMOSO, acronimo chiaramente tirato dalle orecchie per un programma che non è da meno. Lo scopo di FAMOUS è quello di sviluppare i mattoni tecnologici necessari per il programma VBAE in una cooperazione che riunisce il francese Nexter, il suo partner all'interno di KNDS il tedesco Krauss Maffei Wegman, il finlandese Patria e il belga John Cockerill Defense, nonché altri 15 industriali europei, in modo da " ottimizzare le sinergie, la standardizzazione e l'interoperabilità nel campo dei veicoli corazzati terrestri »Secondo Joel Barre. Procedendo in questo modo, il programma si integra nel meccanismo di finanziamento europeo EDIDP.

Più robusto e più economico, il Thales Hawkei, dal canto suo, soddisferebbe le esigenze delle unità di supporto dell'Esercito, in un mix che avrebbe infatti un altissimo valore aggiunto, soprattutto per l'esportazione.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE