La General Dynamics e l'Epiro imbarcano il sistema anti-drone a microonde Leonidas sul veicolo corazzato Stryker

La lotta contro la minaccia che i droni e gli sciami di droni rappresentano ora è al centro delle preoccupazioni dell'esercito americano, che ha sviluppato una strategia basata su 4 pezzi di equipaggiamento per affrontare la maggior parte delle minacce, che vanno dai missili agli sciami di droni. Ma una debolezza è apparsa in questo capacity building, l'assenza di sistemi mobili in grado di affrontare sciami di droni, ovvero un gran numero di droni che agiscono di concerto per saturare le difese dell'avversario, il sistema a microonde IPFS-HPM progettato per questo scopo avviene in un container da 20 piedi, che di fatto non può accompagnare unità motorizzate in combattimento. È per rispondere a questa esigenza che lo specialista americano nella progettazione di veicoli corazzati, General Dynamics Land System e Start-up Epyrus, hanno unito le forze per adattare il sistema a microonde Leonidas del secondo su un veicolo blindato Stryker del primo. .


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE