US Air Force per testare il laser ad alta energia dalla cannoniera AC-130J Ghostrider

All'inizio della guerra del Vietnam, l'aeronautica americana dispiegò un nuovo concetto di caccia, il Gunship, inizialmente un trasporto di avena C-47 Dakota della seconda guerra mondiale dotato di mitragliatrici portuali e destinato a supportare le forze. in feroce combattimento contro l'avversario Viêt-cong. Nacque così l'AC-47 Spooky, che divenne una delle armi principali dell'Air Commando Squadron. Ma divenne presto chiaro che il C-47 era troppo vulnerabile per questa missione poiché l'intensità dei combattimenti aumentava, con non meno di 19 aerei distrutti, di cui 12 dal fuoco nemico, dei 41 aerei impegnati in Vietnam tra il 1064 e il 1968 La US Air Force ha quindi affidato a Lockheed Martin, per la cellula, e Boeing per il sistema d'arma, la missione di convertire i nuovi C-130 Hercules per questa missione. Il primo AC-130 Gunship II decollò nel 1966 e si unì all'aeronautica statunitense in Vietnam nel settembre 1967, il che la dice lunga sulle capacità ingegneristiche dell'epoca, anche senza un design assistito da computer né gemelli digitali. I nuovi aerei iniziarono rapidamente le loro prime missioni su Laos e Cambogia, in particolare per neutralizzare la famosa pista “Oh-Chi-Minh” che consentiva di fornire cibo e materiali ai guerriglieri vietnamiti nel Vietnam del Sud.

L'AC-130 fu utilizzato intensamente alla fine della guerra del Vietnam e 6 aerei furono abbattuti dall'artiglieria antiaerea e dai missili terra-aria del Viet-Minh. Uno di essi è stato notevolmente perso a margine della missione "Bat 21" resa celebre dall'omonimo film, volta al recupero del navigatore Gene Hambelton, espulso e unico superstite di un EB-66 colpito da un missile SA-2. vietnamita nel marzo 1972. Tuttavia, l'AC-130 continuò ad evolversi fino alla versione AC-130H Spectre, che trasportava 2 cannoni Gatling da 20 mm, un cannone Bofors L60 da 40 mm e un obice da 105 mm M102, accoppiato con moderni sistemi elettro-ottici a bassa intensità luminosa per l'epoca, che conferiscono al dispositivo una potenza di fuoco per abbinare la leggenda che doveva formare, il dispositivo e questi discendenti avendo partecipato alla maggior parte degli impegni militari americani da quella data. L'ultima versione di questo velivolo, entrato in servizio nel 2018 e designato AC-130J Ghostider, trasporta un cannone automatico GAU-30/A da 13 mm (quello utilizzato in particolare sui veicoli corazzati CV90 svedesi, finlandesi e svizzeri), un M102 obice da 105 mm e un lanciatore multiplo di munizioni armato con 10 missili Griffin AGM-176 o bombe a guida leggera GBU-44 / B Viper Strike, nonché missili aria-superficie Hellfire AGM-114 e GBU-39 o GBU- 53 in punti di carico sotto le ali, conferendo all'aereo una potenza di fuoco di precisione senza precedenti.

Primo piano delle armi del C-130E Spectre, con l'obice M102 da 105 mm, il cannone L60 Bofors da 40 mm e il cannone Gatling da 20 mm

Tuttavia, l'aeronautica americana non aveva intenzione di fermarsi qui. Di fronte al rapido aumento di potenza dei sistemi terra-aria, ma anche dei droni e dei veicoli corazzati robotici, ha dovuto dotare il suo Ghostrider di un sistema d'arma potente, molto preciso e versatile anche contro bersagli aerei. terrestre e compatibile con lo spazio disponibile e la configurazione del dispositivo. Per questo si è affidata nel 2019 a Lockheed-Martin la missione di progettare un sistema laser ad alta energia destinato a svolgersi a bordo dell'aeromobile, forse al posto dell'obice da 105mm. 6 ottobre 2021, Lockheed ha annunciato che il suo laser ad alta energia aviotrasportato è ora pronto, ed era stato trasferito alla US Air Force per essere testato, valutato con l'altro equipaggiamento che armava il velivolo, quindi integrato a bordo di un AC-130J Ghostrider.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE