La produzione navale militare russa ora supera l'Europa

Questo 23 agosto, il Presidente Vladimir Putin ha annunciato l'inizio della costruzione di 6 nuove navi per la flotta militare russa in occasione della sua visita a ARMY-2021 a Patriot Park, alla periferia di Mosca. Quindi, si tratta di 2 nuovi sottomarini nucleari per lanciatori di classe Borei-A, 2 sottomarini con propulsione convenzionale Progetto 636.3 migliorata Kilo e 2 fregate leggere il cui modello esatto non è stato annunciato (22380 o 22385) che saranno costruiti presso il Severodvinsk, St. Cantieri navali di San Pietroburgo e Komsomolsk-on-Amur. Negli ultimi mesi, Vladimir Putin si è abituato a questo tipo di annunci riguardanti la Marina russa, dopo aver fai lo stesso il 16 luglio 2020 annunciando la costruzione di 2 22350 fregate Admiral Gorshkov, 2 sottomarini d'attacco missilistico nucleare 885-M Iassen e 2 nuove portaelicotteri d'assalto 23900 in costruzione presso i cantieri Kerch in Crimea, poi 28 aprile 2021 ha annunciato l'inizio della costruzione di due sottomarini nucleari che lanciano missili Borei-A, due sottomarini a propulsione convenzionale 636.3 Kilo . migliorato e due corvette 20380 Steregushchiy. Con l'annuncio di oggi sono quindi 18 le nuove grandi navi, di cui 10 sottomarini, la cui costruzione sarà varata tra appena un anno.

A seguito del crollo sovietico, la cantieristica militare ha attraversato 20 anni molto difficili, legati all'assenza di finanziamenti pubblici, al blocco degli investimenti e alla fuoriuscita di know-how, che hanno influito pesantemente sulle capacità operative della Marina russa, che non poteva più sostituire o anche mantenere adeguatamente le sue unità navali, anche le più importanti come i sottomarini missilistici nucleari, o SSBN, che costituiscono una componente chiave della deterrenza nucleare del Paese. Così, alla fine degli anni 2000, la Marina russa non era nemmeno in grado di garantire la permanenza operativa della deterrenza russa mantenendo un SSBN in mare solo per metà del tempo. Il cambiamento in questo settore è avvenuto in due fasi. In primo luogo, durante la campagna della Georgia nel 2008, i militari russi si sono resi conto rapidamente che se avessero beneficiato di una forza anfibia e della sua scorta, avrebbero potuto prendere le forze georgiane dalle retrovie e ridurre la durata e le perdite di questa guerra lampo ( 5 giorni). Ciò ha dato origine all'ordine di 2 portaelicotteri della classe Mistral dalla Francia, i cantieri navali russi non avevano la capacità di costruire tali navi in ​​questo momento.

La costruzione del primo SSBN di classe Borei ha richiesto 17 anni. L'ammodernamento delle infrastrutture industriali russe ha permesso di ridurre questo relè a soli 7 anni, vale a dire l'equivalente di una produzione europea.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE