La Russia svela la versione per l'esportazione del suo nuovo missile anticarro a lungo raggio Hermes

Al di là delle munizioni vaganti e dei droni, se esiste un sistema d'arma che ha dimostrato la sua efficacia durante il conflitto tra le forze azere e armene nel Nagorno-Karabakh Nell'autunno del 2020, è stato il missile anticarro a lungo raggio SPIKE NLOS israeliano, che ha distrutto un numero significativo di armature e roccaforti armene senza che gli obiettivi fossero mai consapevoli di essere presi di mira. Proprio come i missili anticarro AT-2 di prima generazione che hanno devastato le file dei veicoli corazzati israeliani durante la guerra dello Yom Kippur, causando l'ingresso massiccio di questo nuovo tipo di armamento in tutti gli eserciti, il missile anticarro a lungo raggio "No Line of Sight" o NLOS, ovvero in grado di essere sparato senza una linea di vista diretta sul bersaglio, sta diventando ormai un sistema essenziale nella moderna guerra anticarro, e più in generale nei combattimenti di media e media intensità.

La Russia non ha aspettato la guerra del Nagorno-Karabakh per rendersi conto della vulnerabilità dei sistemi anticarro all'artiglieria o ai sistemi antiaerei durante l'equipaggiamento degli aerei e ha iniziato nei primi anni 2010 a sviluppare un nuovo missile per i suoi elicotteri da combattimento, l'Izdeliye 305 o prodotto 305, più comunemente noto come Hermes, progettato e prodotto dalla società KBP Instrument Design Bureau, sussidiaria del colosso Rostec. Destinato a sostituire il 9M120 missile Ataka a bordo Elicotteri Mi-28MN et Ka-52M modernizzato, consente, con la sua portata di 25 km, il suo sistema di guida inerziale misto e cercatore di infrarossi con uomo nel circuito, e il suo carico militare di 25 kg, di ingaggiare veicoli corazzati e bunker nemici senza dover essere esposti al fuoco. pur rimanendo fuori dalla portata dei sistemi antiaerei a corto raggio dell'avversario. Inoltre, a causa della sua portata e della sua modalità di guida a infrarossi finale, tutto suggerisce che l'Izdeliye 305 ha una fase finale precipitante, rendendo molto più difficile l'intercettazione da parte di Sistemi Hard-Kill come l'Israel Trophy. Come la maggior parte dei nuovi sistemi russi, l'Hermes è stato combattimento testato in Siria, con uno scatto di successo quotato nel 2019.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE