Sukhoi sviluppa Su-57 a due posti in grado di controllare 4 droni S-70 Okhotnik B B

Dalla sua presentazione ufficiale, il drone da combattimento pesante S-70 Okhotnik B, sviluppato dal produttore aereo russo Sukhoi, ha sempre presentato come un'estensione del caccia pesante Su-57, chiamato a sostituire il Su-27 all'interno dell'aeronautica russa, e a diventare la base tecnologica di un gran numero di velivoli, come il suo predecessore. Infatti, l'annuncio di una versione biposto del dispositivo era atteso da tempo dagli specialisti del settore, in quanto sembrava opportuno aggiungere un membro dell'equipaggio per controllare diversi droni di questo tipo. Questo ora è fatto, poiché la Tass Agency, citando una fonte del Ministero della Difesa, ha pubblicato un articolo che annunciava che era in fase di progettazione una versione a due posti del Su-57, per consentirgli di controllare fino a 4 droni S-70 contemporaneamente, anche per missioni aria-aria, aria-terra o aria-superficie.

La Военно-воздушные силы Росси, o VVS, l'aeronautica militare russa, aveva già da diversi anni annunciato l'intenzione di acquisire contemporaneamente una flotta di Su-57 e una flotta di S-70 per svolgere le missioni più importanti. dispositivi discreti ma pesantemente armati. Secondo lo Stato Maggiore del VVS, si trattava addirittura di sostituire i caccia leggeri Mig-29 e gli aerei d'attacco Su-25 proprio con droni Okhotnik B che agiscono sotto il controllo di Su-57 o stazioni di terra. . L'articolo di Tass conferma quindi queste affermazioni, oltre che entrata in servizio del drone pesante per il 2024, o quasi contemporaneamente a quello del Su-57. Tuttavia, rimangono molte incognite sulle reali capacità e sulle missioni che saranno devolute a questa straordinaria coppia.

Il Su-57 è stato associato fin dall'inizio al programma S-70 Okhotnik B

Il drone S-70 Okhotnik B è unico in molti modi oggi. Molto imponente, questa vela volante furtiva ha un'apertura alare stimata di 20 metri. Inoltre è particolarmente pesante per un drone da combattimento, con un peso massimo al decollo di 20 tonnellate, l'equivalente di quello di un caccia come il Mig-29 o di un bombardiere come il Su-25. Se non è supersonico, rimane in grado di raggiungere alte velocità subsoniche di quasi 1000 km/h, e avrebbe un'autonomia di 3500 km, la stessa di quella del Su-57 senza serbatoi esterni. Dal punto di vista degli armamenti, ciascuno dei suoi due imponenti bunker di munizioni poteva ospitare fino a 2 tonnellate di armamento aria-aria o aria-terra. Per ora il prototipo sembra essere alimentato da un motore turbogetto AL41F, ma secondo le dichiarazioni di Sukhoi, questa configurazione è solo temporanea, e a breve verrà integrata una nuova soluzione di propulsione che consentirà di ridurre la sua impronta termica e quindi aumentare la sua furtività.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE