La Corea del Sud ha testato il lancio di un missile balistico sotto la superficie

Come sapevamo, la Corea del Sud sta investendo molto nello sviluppo di missili da crociera e missili balistici, al fine di essere in grado, per quanto poco, di contrastare la crescente minaccia rappresentata dall'arsenale balistico nordcoreano. È così che il Paese ha sviluppato, a partire dai primi anni '80, la famiglia di missili terra-superficie Hyunmoo, inizialmente progettata con un trasferimento di tecnologia dagli Stati Uniti in cambio di impegni da Seoul sulla gamma massima di armi sviluppate, poi nell'ambito di una partnership con Mosca negli anni '90, che ha permesso alla seconda generazione di missili, gli Hyunmoo 2, di integrare le tecnologie del programma russo Iskander. Più di recente, le autorità sudcoreane hanno annunciato l'intenzione di sviluppare una variante sottomarina della famiglia Hyunmoo, denominata Hyunmoo 4, che può essere lanciata tuffandosi da un sottomarino.

È in questo contesto che il test rivelato da Yonhap TV News registri. Secondo il canale di notizie, ingegneri e soldati sudcoreani avrebbero sparato con successo un missile balistico appositamente progettato per questo scopo (probabilmente lo Hyunmoo 4) da una piattaforma sommersa, segnando il primo successo di Seoul. SLBM. Il test da chiatta sommersa è classico per i primi colpi di questo tipo di missile, per non mettere a rischio un sottomarino, e il suo equipaggio, in caso di guasto. Per ora, a parte il rapporto di Yonhap, le autorità coreane sono rimaste molto discrete sull'argomento, non negando né confermando il successo della sparatoria, e nemmeno la sua esistenza.

Il Dosan Ahn Changho è la prima nave dell'omonima classe e il primo sottomarino interamente progettato in Corea del Sud. Trasporta 6 silos verticali che possono ospitare missili da crociera o balistici con cambio di mezzo

Questo test fa parte di un programma globale volto a rafforzare le capacità di attacco e risposta di Seoul in caso di attacco del suo tumultuoso vicino. Oltre allo sviluppo di missili balistici di gittata crescente, integra anche quello di missili da crociera come lo Hyunmoo 3, già montati su Sejong il Grande distruttore e i sottomarini Kim Jwa-Jin classe KSS II derivati ​​dal tedesco Type 214 e costruiti su licenza con trasferimento di tecnologia. Devono anche equipaggiare i nuovi sottomarini KSS III della classe Dosan Ahn Changho, i primi sommergibili da combattimento interamente progettati in Corea del Sud. Questa classe, la cui prima nave omonima entrerà in servizio questo mese all'interno della Marina sudcoreana, costituisce il 3° componente di questo sforzo, poiché trasporta 6 silos verticali che consentono il dispiegamento di missili da crociera Hyunmoo 3C d'una gamma di 1500 km, e potenzialmente, il famoso missile balistico Hyunmoo 4 nella sua versione SLBM. Oltre alle prime 3 navi della classe, i prossimi 6 sottomarini trasporteranno 10 di questi silos.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense

Solo fino a domenica, approfittane 20% di sconto sul tuo abbonamento annuale (pro/personale/studente) con il codice ESTATE 2021


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE