Quali saranno le capacità della futura portaerei cinese Type 003?

È passato ormai un anno da quando i primi blocchi che compongono la futura portaerei cinese Type 003 sono stati spostati dalla loro area di assemblaggio al bacino di carenaggio dei cantieri Jiangnan di Shanghai, e la nuova nave sta ora prendendo forma sulla base delle osservazioni fatte dai cinesi osservatori, soprattutto quando effettuano un volo commerciale su queste strutture industriali. Quindi, la scorsa settimana, le immagini lo hanno dimostrato la nave aveva ricevuto la sua isola, e che l'intero scafo era stato finalizzato, consentendo di avere un'idea più precisa di quello che sarà questa nave, delle sue capacità operative previste, e della sua funzione all'interno delle forze navali dell'Esercito Popolare di Liberazione.

Così, ora conosciamo in maniera precisa alcuni parametri costitutivi dell'edificio, come la sua lunghezza di 320 metri, la larghezza della cabina di pilotaggio di 73 metri, e la sua stazza stimata tra le 80.000 e le 85.000 tonnellate, ovvero l'equivalente delle portaerei Americani della classe Kitty Hawk, le ultime navi di questo tipo a non essere state dotate di propulsione nucleare nella Marina degli Stati Uniti. Per confrontare, le portaerei nucleari di nuova generazione della classe Ford hanno una lunghezza di 333 metri, una larghezza di 77 metri e un dislocamento superiore a 100.000 tonnellate. Inoltre, dove i Ford hanno 4 catapulte elettromagnetiche e 3 ascensori, il Tipo 003 ha solo 3 catapulte e 2 ascensori. futuro PANG della Marina francese, avrà 3 ascensori, ma solo 3 catapulte, per un dislocamento di 80.000 tonnellate. D'altra parte sarà, come le navi americane, dotata di propulsione nucleare. Quindi, il Tipo 003 è surclassato dalle Ford americane? In realtà le due navi saranno sensibilmente diverse, nella forma e nell'uso...

Le portaerei nucleari classe Gerald Ford costituiscono un concentrato di competenze raccolte dalla marina statunitense nel campo del combattimento aereo navale e della realizzazione di questo tipo di nave e del suo gruppo aereo di bordo.

Le portaerei della classe Ford, infatti, sono state progettate prima di tutto per supportare un'azione bellica ad alta e altissima intensità nel tempo, con una cadenza di 160 sortite aeree a ritmo normale, e che può raggiungere le 270 uscite di punta con un'attività di 24 ore. . Per sostenere tale pressione operativa, la nave non solo deve essere in grado di lanciare e ricevere aerei ad una velocità molto elevata, ma deve anche consentire una circolazione particolarmente fluida e ottimizzata degli aeromobili e delle persone sopra e sotto di essa. Per progettare la nave, infatti, la US Navy ha fatto appello a tutta l'esperienza acquisita durante le sue innumerevoli missioni di combattimento, dal Vietnam alla Guerra del Golfo, che le conferiscono una competenza unica in questo campo, competenza che, naturalmente, la Cina non ha. Ma questa dissolutezza di potere ha un prezzo particolarmente alto, dal momento che ogni Ford costerà ai contribuenti americani tra $ 24 e $ 12 miliardi, senza contare il gruppo di compagnie aeree di bordo.

Per la marina cinese, oggi non c'è dubbio di sperare di eguagliare le prestazioni delle super portaerei statunitensi. Per il momento ha solo due portaerei Tipo 001/A, modelli derivati ​​dalla russa Kouznetsov, di 315 metri di lunghezza ma solo 65.000 tonnellate di stazza, e soprattutto senza catapulte. . Inoltre, non ha potuto, o quasi mai, fare affidamento su un trasferimento di competenze esterno, sia nella progettazione di portaerei, sia nella loro realizzazione. La marina cinese, infatti, come i cantieri navali del Paese, sta attualmente imparando le regole per la progettazione e la realizzazione di queste navi e del loro gruppo aereo di bordo. E il Type 003, la prima portaerei cinese ad essere dotata di catapulte, peraltro elettromagnetiche, sarà, come il 2 Type 001, soprattutto una nave destinata ad apprendere e comprendere queste regole, e a formare il personale che li servirà, in un processo di accelerazione perfettamente gestito da Pechino e dal PLA da quasi 2 decenni.

La portaerei Liaoning e la sua (mezza) gemella Shandong permettono alla marina cinese di acquisire rapidamente una grande esperienza nel campo del combattimento aereo, ma soffrono di alcune limitazioni dovute all'assenza di catapulte.

Era quindi inutile che gli ingegneri cinesi tentassero di posizionare sulla nave una quarta catapulta o un terzo ascensore, la cui propulsione elettrica integrata ma non nucleare probabilmente non avrebbe consentito un utilizzo ottimale, e che, soprattutto, non avrebbe potuto stato utilizzato, non avrà le stesse missioni delle Ford americane. Quindi, per il momento, il Tipo 001A, se mostrano un'attività operativa sostenuta, rimanere permanentemente confinato in un'area limitata intorno alla Cina, e non sono schierate, come possono essere navi americane, ma anche francesi o britanniche, a migliaia di chilometri dal loro porto di origine per missioni operative a lungo termine. Inoltre, la loro funzione operativa prioritaria oggi sembra essere quella di impedire all'aviazione navale occidentale di imporsi nell'ampia fascia marittima che circonda le coste cinesi, soprattutto oltre Taiwan.

In secondo luogo, la flotta di aerei Type 001, ma anche il successivo Type 003, è costituita principalmente da caccia J-15, un aereo della famiglia Flanker di origine sovietica a cui appartengono i Su-27, Su-30. , Su-34 e Su-35, così come il Su-33 da cui deriva il J-15. Tuttavia, questi dispositivi hanno una caratteristica importante, quella di essere dotati di una grande capacità di carico interna di combustibile, dando loro un ampio raggio d'azione. Così, il J-15T, la versione che equipaggerà il Tipo 003 e che può essere catapultato a pieno carico, è dato avere un'autonomia operativa di circa 1200 miglia nautiche, l'equivalente di quello dell'F/Ha 18 E/F Super Hornet quando trasporta 5 taniche di carburante aggiuntive, lasciando il suo equipaggio con poco più di pochi missili aria-aria e il lancio del casco come arma offensiva. Al contrario, il J-15 può trasportare, in questa configurazione, una vasta gamma di armi, inclusi missili antinave o da crociera, o un gran numero di missili Aria-Aria, tra cui il famoso PL-15 con una gittata di 300 km. Di conseguenza, le rotazioni, e i requisiti di output, sono inferiori per una presenza operativa prevista, a seconda che si utilizzi J-15T o Super Hornet, senza entrare nelle prestazioni operative comparative dei due velivoli.

Con un'autonomia di 1200 miglia nautiche sul carburante interno, il J-15 non richiede lo stesso numero di rotazioni per una copertura aerea equivalente dell'americano F/A 18 E Super Hornet.

Infine, il Tipo 003 sarà senza dubbio una piattaforma di sperimentazione per la marina cinese al fine di preparare il design del futuro Tipo 004, che sarà, secondo le informazioni attualmente disponibili, a propulsione nucleare, e vicino alle Ford americane sia nella progettazione che nella loro missioni. Subito dopo l'entrata in servizio, la nave dovrebbe ricevere i primi caccia stealth J-35 derivati ​​dall'FC-31, più leggero, più versatile e soprattutto molto più moderno del J-15. Riceverà anche un avanzato aereo da guardia aerea, il KJ-600, con prestazioni paragonabili a quelle dell'americano E-2D Hawkeye, aumentando notevolmente le capacità di rilevamento e controllo del gruppo aviotrasportato. Finalmente, diversi modelli di droni da combattimento, che si tratti di attacco, furtività o trasporto, sono in fase di sviluppo e la classe di portaerei Type 003, che probabilmente vedrà una nave gemella aggiunta alla prima nave in costruzione entro il 2025, consentirà alla Marina cinese di sviluppare la propria esperienza in questo settore .

Tuttavia, e non più del tipo 001, il tipo 003 dovrebbe essere considerato solo come addestramento o navi di prova. Hanno e avranno reali capacità operative, che saranno comunque in linea con le attuali ambizioni della Marina cinese, ovvero garantire la supremazia navale e aerea nel Pacifico occidentale, e in parte dell'Oceano Indiano. Leur simple présence obligera très certainement l'US Navy à concentrer une part importante de ses moyens dans cette zone, et conférera à Pékin un poids géopolitique bien plus significatif et plus étendu dans cette zone, au delà de ses propres côtes et de la Mer de Cina. Inoltre, contribuiranno a tenere a distanza le flotte occidentali da queste acque, consentendo in particolare ai suoi nuovi sottomarini lanciamissili nucleari, la componente più formidabile dell'arsenale nucleare odierno, di navigare in perfetta sicurezza senza temere interferenze americane o alleate.

L'arrivo del J-35 (nome non ufficiale) costituirà un nuovo importante passo nel processo di evoluzione della Marina cinese e nella sua padronanza della battaglia aerea.

Si comprenderà che il Tipo 003 non è, di per sé, il culmine di un'esperienza come le portaerei americane della classe Ford, o le Queen Elizabeth britanniche e le PANG francesi. Rappresentano una classe di transizione, come il Type 001, verso un modello di successo che sarà il Type 004. D'altronde, per le sue caratteristiche, costituisce un passo magistrale per la Marina cinese, una volta che ha imparato ad usare questo strumento, in particolare per affermare la presa di Pechino sul Pacifico occidentale. Come tutti gli attuali programmi militari cinesi, il Type 003 fa parte di un processo che vedrà il suo completamento tra il 2035 e il 2050, e che almeno finora è stato pilotato con rigore ed efficienza da Pechino, PCC e PL. Ecco come è fondamentale valutare questa imbarcazione, per poter affrontare le sfide degli anni a venire.

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE