Arleigh Burke, Kongo, Super Gorshkov: Modern Destroyers - Parte 2

Questo articolo fa seguito all'articolo " Hobart, Tipo 52D, Sejong the Great: Modern Destroyer - Parte 1 »Pubblicato il 24 maggio 2021, che ha presentato le classi Hobart (Australia), Type 052D / DL (Cina), Sejong the Great (Corea del Sud) e Kolkata (India). La seconda parte completa questo pannello delle 8 classi principali di Modern Destroyers, con la classe Kongo (Giappone), Arleigh Burke (Stati Uniti), Daring (Regno Unito) e 22350M Super Gorshkov (Russia).

Classe Kongo (Giappone, 4 + 2 + 2 unità)

Le forze navali giapponesi di autodifesa sono considerate la terza flotta armata più potente del mondo, giocando alla pari con la Russia e cedendo solo alla Marina degli Stati Uniti e alle forze navali cinesi. E i 4 cacciatorpediniere pesanti della classe Kongo, a cui si aggiungono i 4 cacciatorpediniere pesanti antiaerei delle classi Atago e Maya, contribuiscono notevolmente a questa posizione, insieme ai 20 circa.Sottomarini d'attacco oceanici di classe Soryu e Taigei. Derivati ​​dai cacciatorpediniere americani di classe Arleigh Burke mostrati di seguito, i cacciatorpediniere di classe Kongo furono le prime navi non americane a presentare il famoso radar SPY-1 e il sistema AEGIS, che fino ad ora equipaggiavano solo gli incrociatori Ticonderoga e i primi Arleigh Burke. La costruzione del 4 Kongo iniziò nel 1990 e fu completata nel 1998, al fine di sostituire i cacciatorpediniere classe Amatsukaze ancora equipaggiati con il sistema Tartar e missili SM1-MR, mentre il rischio di dover fronteggiare i bombardieri supersonici sovietici Tu -22M3 Backfire- C e i loro missili antinave supersonici AS-4 Kelt furono presi sempre più seriamente dalla Marina giapponese alla fine degli anni '80, quando fu presa la decisione di costruire queste navi.

I cacciatorpediniere classe Kongo si avvicinarono in molti punti all'americano Arleigh Burke, dal quale adottarono il sistema d'arma principale AEGIS e il radar SPY-1D.

Lungo 161 m per una stazza caricata di 10.000 tonnellate, il Kongo, come l'americano Burke Flight I, trasporta 90 silos verticali Mk41 per implementare missili antiaerei SM2 o missili antisommergibile ASROC, nonché missili antibalistici SM3 dal Ammodernamento 2003. Completano l'armamento un cannone da 127 mm, 8 missili antinave Harpoon, 2 CIWS Phalanx e 2 tubi lanciasiluri tripli. Come i Burkes, anche il Kongo dispone di un sistema sonar a scafo SQS-53C e utilizza un elicottero navale SH-60J per migliorare le proprie capacità ASM. Lunghi oltre i 4 metri, i 2 cacciatorpediniere della classe Atago sono stati costruiti dal 2004 al 2008 per sostituire i cacciatorpediniere della classe Tashikaze, anch'essi dotati del sistema Tartar. A differenza dei più versatili Kongo, gli Atago erano specializzati nella guerra antiaerea e antimissilistica e nella protezione della costa giapponese contro i missili balistici nordcoreani. Per questo, le navi sono state dotate del radar SPY-1D (V), un'evoluzione dell'SPY-1D che equipaggia il Kongo, ma con prestazioni molto migliori vicino alle coste, in modo da consentire alle navi di proteggere meglio la costa giapponese . . Le 2 navi trasportano anche nativamente il missile antibalistico SM3, e hanno 96 silos verticali e non 90 come il Kongo. Se ha un hangar e una piattaforma per azionare un elicottero ASM SH-60J, è raramente a bordo.

I due Distruttori di classe Maya sono stati costruiti tra il 2017 e il 2021, per sostituire i cacciatorpediniere di classe Hatakaze, le ultime navi militari giapponesi ad utilizzare il sistema Tartar. Derivati ​​dall'Atago, i Maya ne assumono le caratteristiche principali, tra cui il radar SPY-1D (V) e i 96 silos verticali. Più moderni, possono utilizzare il missile SM6 in grado di colpire missili balistici, navi e bersagli terrestri. D'altra parte, le due navi hanno un'architettura di propulsione radicalmente diversa da quella del Kongo e dell'Atago basata su 4 turbine a gas LM-2500. I Maya, da parte loro, utilizzano una propulsione ibrida gas-elettrica nota come COGLAG (Combined Gas turbine-eLectric And Gas), che consente di avere una potenza elettrica molto maggiore rispetto ai suoi predecessori, e quindi dotandoli di una notevole scalabilità. sistemi d'arma a energia diretta in futuro, o un cannone elettrico Rail Gun.

Classe Arleigh Burke (Stati Uniti, 75 unità +)


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE