Il sottomarino missilistico nucleare di Kazan sarà l'incubo delle marine occidentali?

Secondo il ministero della Difesa russo, il nuovo sottomarino missilistico nucleare Kazan, seconda unità della classe Iassen ma prima unità del progetto variante 885-M Iassen-M, sarebbe stato ammesso in servizio attivo questo venerdì 7 maggio e sarebbe entrato a far parte della Marina russa per essere schierato nella flotta settentrionale. Nonostante i ritardi di costruzione e una consegna posticipata di 2 anni, l'arrivo di questo nuovo sottomarino sembra preoccupare i quartieri generali occidentali, preoccupati per le capacità offensive del nuovo sottomarino, ma anche per la sua grande discrezione. E in effetti, Kazan, così come gli altri 7 sottomarini della variante Iassen-M nelle diverse fasi di costruzione negli arsenali e nei cantieri navali russi, rappresentano una sfida senza precedenti per le marine occidentali.

Più piccolo di quasi 12 metri rispetto alla prima unità della classe Iassen, il Severodvinsk, entrato in servizio nel dicembre 2013 dopo 20 anni di costruzione, il Kazan è soprattutto più economico del fratello maggiore, pur conservando le proprie caratteristiche a questa classe. , come quello che inizialmente erano le Vergini nei confronti del SeaWolf della Marina degli Stati Uniti. E infatti le stime pubblicate danno un costo unitario per l'Iassen-M dell'ordine di 800 milioni di dollari, dove il Severodvinsk sarebbe costato quasi il doppio. È vero che tra il 2013 e il 2021 anche il valore del rublo russo è stato diviso per 2. Tuttavia, il Kazan e le navi che lo seguono hanno la stessa potenza di fuoco del loro primogenito, ovvero 8 sistemi di fuoco. 4 Missili anti-nave a lungo raggio Onix P800 o altrettanti 3M22 Missili anti-nave ipersonici Tzirkon, o 5 missili da crociera / anti-nave / anti-sottomarino della famiglia Kalibr, cioè tra 32 e 40 missili. A questo si aggiungono i 10 tubi lanciasiluri armati con siluri pesanti anti-sommergibile o anti-nave.

Con un raggio che può superare i 300 km e una velocità fino a Mach 2.5, il P800 Oniks è un'arma anti-nave contro la quale pochissimi sistemi antimissile moderni possono difendersi.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE