Esclusa dal programma F35, la Turchia riorganizza le sue ambizioni aeronautiche senza l'Occidente

Mentre il Dipartimento della Difesa americano aveva appena notifica ufficialmente ad Ankara la sua definitiva esclusione dal programma F35 dopo l'acquisizione dei sistemi S400 dalla Russia, Selcuk Bayraktar, il CTO della compagnia Bayraktar, ben nota per i suoi droni TB2 che hanno svolto un ruolo decisivo negli impegni turchi in Siria e Libia, nonché nelle forze delle forze azere durante il conflitto del Nagorno-Karabakh del 2020. Quest'ultimo ha dettagliato la tabella di marcia che le autorità turche si apprestavano a seguire nel campo dell'aeronautica militare. E il minimo che si possa dire è che al Paese non mancano ambizioni, con l'obiettivo ultimo di raggiungere, entro la fine del decennio, una completa autonomia strategica in questo ambito.

Così, Bayraktar sta attualmente sviluppando un drone da combattimento "da caccia", che possiamo immaginare paragonabile alla Lanca britannica o alla Valkyrie americana, con l'obiettivo di farlo volare entro il 2023. Parallelamente, la compagnia TUSAŞ sta sviluppando il programma di addestramento e attacco HÜRJET sugli aerei, che ha recentemente superato la fase di progettazione di base. Infine, l'intera industria della Difesa Aeronautica del Paese resta mobilitata per il programma T-FX, che con il ritiro definitivo del programma F35, appare ancora più critico per Ankara, con l'obiettivo di far volare l'aereo equipaggiato con turboreattori di fabbricazione nazionale entro il 2029. Resta il fatto che tutti questi programmi sono visibilmente ostacolati da un embargo de facto attuato in Occidente su questa tecnologia critica, e più in particolare sui motori.

L'Akinci è il nuovo drone MALE di Bayraktar, questa volta basato su un'architettura bimotore per aumentare la potenza e quindi le prestazioni contro il famoso TB2

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Ogni giorno almeno un articolo è pubblicato su Meta-Defense con un accesso gratuito da 24 a 48 ore. Nella sezione "Articoli da non perdere" sono inoltre disponibili 3 articoli in consultazione gratuita. Gli altri articoli sono riservati agli abbonati. Gli articoli pubblicati nella sezione "Guarda" sono riservati agli abbonati professionisti.

Abbonamento mensile a € 5,90 al mese - Abbonamento personale a € 49,5 all'anno - Abbonamento professionale a € 180 all'anno - Abbonamento studenti a € 25 all'anno - Codice promozionale escluso -


Scarica il fileApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE