In un discorso apparentemente banale, V. Putin conferma la sua supremazia militare sull'Europa

Infine, la montagna avrà dato alla luce un topo? Nel suo discorso annuale al parlamento russo tanto atteso con ansia dai russi che gli ucraini ei bielorussi Vladimir Poutine alla fine non hanno fatto alcun annuncio clamoroso riguardo a un possibile attaccamento delle province secessioniste ucraine del Donbass o della Bielorussia alla Federazione Russa. Le tensioni rimangono tuttavia ai massimi livelli in entrambi i paesi, mentre il raduno delle forze russe ai confini dell'Ucraina e lo spiegamento delle forze di sicurezza in Bielorussia rimangono molto elevati. Senza pregiudicare le future conseguenze di questi due fascicoli, Vladimir Putin avendo una conferenza con la sua controparte bielorussa questo pomeriggio e il parlamento russo ancora convocato in sessione di emergenza tra 2 giorni, il presidente russo è comunque riuscito a mostrare agli europei, a monte di potenziali azioni future , che ora aveva l'assoluta superiorità militare nel continente.

Gli eserciti russi sono effettivamente riusciti nel tour de force di spostare e dispiegare 48 brigate da combattimento, un terzo delle sue forze di combattimento terrestri, ma anche un gran numero di aerei da combattimento, e una flotta molto significativa di diverse dozzine di navi guerra anche se specializzata per un intervento nel Mar d'Azov, in poche settimane. In totale, in questa regione sono stati mobilitati tra 110.000 e 120.000 soldati russi, anche se molte esercitazioni regionali hanno messo in allerta altre regioni, come il Mar Baltico. Le forze armate russe avevano già riunito forze molto grandi durante le ultime esercitazioni annuali, come ad esempio Zapad 2017 che ha riunito più di 70.000 uomini, E in particolare Vostok 2019 che ha riunito 300.000, di cui oltre 100.000 effettivamente schierati durante l'esercizio. Ma la prevedibilità dell'esercizio, e le cifre difficili da convalidare sul campo, avevano attenuato i loro effetti politici sulla scena internazionale.

L'esercitazione Zapad 2017 ha mobilitato più di 70.000 soldati russi nel nord-ovest del Paese, ai confini della Bielorussia e della NATO.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE