L'aeronautica americana invia F-16 armati di munizioni attive nel Mar Cinese

La retorica dei diplomatici e dei leader politici sulle crisi che scuotono il mondo oggi è una cosa. Ma ci sono segnali che parlano molto di più della realtà di queste tensioni. Questo è il caso quando l'aviazione americana invia in missione nel Mar Cinese, F16 dalla base aerea di Misawa, sulla costa nord del Giappone, per pattugliare per diverse ore nel sud del Mar Cinese, pesantemente armati per aria-aria. missioni aeree con munizioni attive. È proprio quello che è successo pochi giorni fa, quando 4 squadroni di F16 Wild Weasel sono tornati alla loro base di Misawa, dopo un dispiegamento di diversi giorni in una base dell'isola di Okinawa, nel sud del Paese, da cui partivano gli aerei. ha effettuato, il 12 aprile, una missione di alcune ore davanti a uno squadrone di 16 bombardieri J-16, 4 J-10, 4 bombardieri H-6K e 2 caccia ASM KQ-200 e una guardia aerea KJ-500 della L'Esercito popolare di liberazione è venuto a sfidare le difese taiwanesi e il gruppo d'attacco della portaerei USS Roosevelt che manovrava nell'area.

secondo un articolo molto dettagliato da Thedrive.com, i 4 F-16 della US Air Force a carico pesante trasportavano ciascuno 5 missili aria-aria AIM-120C-7 AMRAAM a medio raggio, nonché un missile di autodifesa AIM-9X o AIM-9M Sidewinder e un AN -ALQ-184 pod di guerra elettronica, che rivela la natura altamente operativa della missione. Infatti, per le missioni di addestramento o di pattugliamento in tempo di pace, gli aerei da combattimento non trasportano quasi mai munizioni attive, che hanno un potenziale di volo limitato da poche centinaia a poche migliaia di ore di volo. Inoltre, come gli aerei da combattimento, i missili devono essere sottoposti a procedure di manutenzione dopo un certo numero di ore di volo. Le forze aeree, infatti, prediligono l'utilizzo di munizioni inerti per missioni di addestramento, dotate dell'unico sistema di guida missilistica per simularne l'utilizzo. E quando è richiesto l'uso di munizioni attive, il loro numero è generalmente ridotto al minimo indispensabile, sempre con l'obiettivo di preservarne le potenzialità.

Per le missioni di addestramento, gli aerei da combattimento il più delle volte trasportano versioni inerti di armamenti, come l'AIM 120 all'estremità alare di questo F16, al fine di preservare il potenziale delle munizioni attive.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE