Il programma SCAF rompe la routine, senza risolvere i problemi fondamentali

Dopo diverse settimane di psicodramma in un contesto di crescenti tensioni tra Richieste industriali tedesche ritenute eccessive dalla Francia, e le posizioni considerate autoritarie dell'industria francese secondo la Germania, il programma del Systeme de Combat Aérien du Futur, o SCAF, che riunisce Francia, Germania e Spagna, è apparentemente uscito dalla routine in cui era stato impegnato per mesi, grazie in particolare all'intervento del Senato francese e della sua commissione per la difesa e gli affari esteri. In una sessione simile alla psicoterapia di coppia, gli industriali francesi e tedeschi sono stati in grado di esprimere chiaramente le loro aspettative, rimostranze e preoccupazioni, consentendo alle parti di trovare una via d'uscita e presentare un progetto alla fine della scorsa settimana. (Next Generation Fighter) e il pilastro Propulsion, i due punti critici che hanno bloccato il programma.

La natura dell'accordo raggiunto tra Dassault Aviation e Airbus Defence and Space per quanto riguarda l'NGF non è stata ancora resa pubblica. Non è quindi noto se ci sarà un solo dimostratore costruito da Dassault Aviation, oppure due dimostranti, uno costruito in Francia, l'altro in Germania da Airbus DS. D'altra parte, ora sappiamo che sarà il motore M88 di Safran, proprio quello che alimenta il Rafale, che equipaggerà questo dimostratore, e non la Rolls-Royce EJ200 co-sviluppata dalla MTU tedesca, come proposto da Berlino e Madrid, nonostante il fatto che la parte principale del motore, ovvero l'elettronica e le parti calde ad alta pressione, siano state progettate dall'azienda britannica. Per la propulsione del NGF è stato implementato il principio di una joint venture tra Safran e MTU, i francesi realizzano le parti calde del motore, i tedeschi le parti fredde. Ma questi accordi forniscono davvero soluzioni a lungo termine per garantire la sostenibilità e l'efficacia del programma di fronte ai tanti interrogativi sollevati nelle ultime settimane? Possiamo ragionevolmente interrogarci sull'argomento ...

Il dimostratore NGF sarà alimentato dal motore M88 di Safran, già montato sul Rafale.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE