Se Atene favorisce Rafale rispetto a F35, la Grecia può essere inclusa nello SCAF?

Come è scritto a La Tribune il giornalista Michel Cabirol, le autorità greche devono ora affrontare un delicato arbitrato riguardante la modernizzazione della propria flotta aerea. Da un lato, Atene sarebbe tentata dall'acquisizione di circa quarantena F35A dall'americana Lockheed, al fine di rafforzare la sua compatibilità con le forze americane e la NATO e per avere un aereo progettato appositamente per eliminare le difese aeree dell'avversario. D'altra parte, l'estensione della flotta Rafale, dopo il primo ordine di 18 dispositivi firmato pochi giorni fa, avrebbe molto senso, sia per le capacità estese del Rafale sull'intero spettro del combattimento aereo, ma anche per razionalizzare la manutenzione e l'addestramento dei suoi piloti e del personale di manutenzione.

Una delle chiavi della decisione è nel settore industriale. La Grecia ha infatti un importante player aeronautico, la società Hellenic Aerospace Industrie, che mantiene gli F16 e Mirage 2000 della Hellenic Air Force, e che partecipa alla fabbricazione degli F16 venduti sulla scena internazionale con altri player europei. L'azienda partecipa anche a programmi di ricerca europei, come il programma dimostrativo di droni da combattimento Neuron. Tuttavia, i 40 nuovi aeromobili che le autorità greche desiderano acquisire non giustificherebbero l'implementazione di una nuova linea di montaggio per un'assemblea locale, né per il Rafale, né per l'F35, e HAI sarebbe quindi, in questo caso, ancora una volta , ridotto a ruolo di subappaltatore di programmi per i quali il contribuente greco spenderà ingenti somme per dotare le proprie forze armate contro la Turchia.

La modernizzazione degli F16 greci allo standard Block 70 Viper viene eseguita da HAI direttamente in Grecia, consentendo ad Atene di ricevere in cambio parte del suo investimento di 1,6 miliardi di dollari.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Ogni giorno almeno un articolo è pubblicato su Meta-Defense con un accesso gratuito da 24 a 48 ore. Nella sezione "Articoli da non perdere" sono inoltre disponibili 3 articoli in consultazione gratuita. Gli altri articoli sono riservati agli abbonati. Gli articoli pubblicati nella sezione "Guarda" sono riservati agli abbonati professionisti.

Abbonamento mensile a € 5,90 al mese - Abbonamento personale a € 49,5 all'anno - Abbonamento professionale a € 180 all'anno - Abbonamento studenti a € 25 all'anno - Codice promozionale escluso -


Scarica il fileApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE