Il 2021 sarà l'anno della Rafale?

Nel 2007 il ministro della Difesa francese del governo Fillon, Hervé Morin, era pieno di critiche e riserve sul programma Rafale: troppo efficiente, troppo tecnologico, l'aereo Dassault Aviation era soprattutto troppo costoso, mentre il L'Europa era impegnata in una rapida deflazione delle forze armate e soprattutto del budget destinato alla Difesa. È vero che a quel tempo la Francia aveva ottimi rapporti con Mosca come con Pechino, e gli impegni degli eserciti francesi sembravano ridotti ad interventi di controinsurrezione come in Afghanistan.

14 anni dopo, questo stesso velivolo potrebbe benissimo registrare un anno eccezionale nel campo delle esportazioni, riuscendo a superare anche la straordinaria serie registrata da Jean-Yves Le Drian, quando quest'ultimo riuscì a convincere Egitto, Qatar e Francia. 'L'India acquisirà il velivolo francese tra il 2015 e il 2016. L'anno che si apre vede infatti accumularsi le opportunità di export del Rafale, con possibilità molto spesso reali e comprovate di Rafale programma il successo commerciale che nessuno ha presieduto dieci anni fa.

I Rafales sono attesi con impazienza dall'aeronautica militare greca, il contratto definitivo sarà firmato entro la fine di gennaio 2021

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE