La Francia sta sacrificando parte della sua industria della difesa sull'altare della cooperazione con la Germania?

È ufficiale, l'azienda nod, che riunisce il francese Nexter e tedesco Krauss-Maffei Wegman, e che fino ad ora era gestita da una struttura a due teste composta dal CEO di Nexter Stephan Mayer e dalla sua controparte KMW, vedrà la sua struttura evolversi, e sarà ora gestita da un consiglio di 9 persone presieduto da Philippe Petitcolin, CEO dal produttore di motori francese Safran, mentre l'azienda passerà sotto la direzione di Frank Haun, fino ad ora boss di KMW, che sarà sostituito in questa posizione dal vicepresidente dell'azienda, Ralf Ketzel, mentre da parte sua Stéphane Mayer lascerà Nexter, senza che il suo successore sia stato nominato finora .

Da parte del Ministero delle Forze Armate come del Ministero dell'Economia, siamo soddisfatti di questo sviluppo che conferma il riavvicinamento dei due gruppi europei. Si precisa inoltre che la direzione generale di KNDS sarà detenuta alternativamente da un tedesco e un francese, e che la partecipazione del gruppo rimane la stessa, con stretta parità tra Francia e Germania. Tuttavia, questa decisione è ben lungi dall'aumentare un entusiasmo traboccante, soprattutto in Francia, con il timore affermato e ipotizzato che, a poco a poco, l'industria nazionale di produzione di veicoli terrestri militari passerà sotto il controllo tedesco. In linea di vista, il secondo gruppo tedesco leader in questo campo, Rheinmetall, molto politicamente supportato e soprattutto nel Bundestag, che si vedrebbero bene integrare un gigante corazzato europeo alla pari con KNDS, che ridurrebbe meccanicamente la quota relativa della Francia a solo il 25% nell'ipotetico nuovo gruppo così creato.

Il dimostratore E-MBT, un corpo Leopard 2 sormontato da una torretta Leclerc, è uno dei simboli del riavvicinamento franco-tedesco in KNDS

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE