Il carro armato Terminator-2 arriva negli eserciti russi

Dalla sua prima apparizione pubblica nel 2005, il Боевая машина поддержки танков o Terminatore BMPT, senso veicolo da combattimento di supporto del carro armato, allo stesso tempo ha generato molte fantasie e speculazioni, oltre a molto scetticismo da parte di alcuni specialisti di carri armati. Gli stessi eserciti russi erano ben lungi dall'essere convinti della sua utilità insieme al suo T72, T80 o T90. In effetti, gli ordini erano omeopatici e solo a scopo di test. Ma quando nel 2018 la variante modernizzata Terminator 2 è stata inviata in Siria per i test in un ambiente di combattimento, i risultati ottenuti apparentemente hanno finito per convincere i più scettici all'interno dello stato maggiore russo, ed è stata avviata una procedura per testare e integrare efficacemente il veicolo blindato negli eserciti russi. Il il primo di questi carri armati fu consegnato all'80a divisione corazzata da Chelyabinsk, secondo un rapporto diffuso dai media russi, dove saranno sottoposti a test intensivi in ​​compagnia dei carri armati che devono scortare.

Tradizionalmente, i carri armati sono stati scortati dai veicoli da combattimento della fanteria e dalla fanteria che trasportano, al fine di eliminare le unità corazzate e di fanteria, specialmente le unità anticarro, e per prevenire gli attacchi. attacchi dai fianchi o al di fuori dell'area di efficacia dei carri pesanti. Il BMPT Terminator è stato progettato per sostituire, da solo, contemporaneamente veicoli da combattimento di fanteria e unità di fanteria smontate. Infatti, in un ambiente non urbano, 2 BMPT possono scortare una squadra di 3 carri armati, invece di 6 IVC e 40 soldati di fanteria, secondo l'approccio russo. In un ambiente urbano, la dottrina prevede la distribuzione di 2 BMPT per serbatoio.

Terminator 2 o BMPT-72 inizia i test con l'80a divisione corazzata russa

Per portare a termine questa missione, il Terminator dispone di 3 armamenti indipendenti l'uno dall'altro, in grado di ingaggiare contemporaneamente 3 tipologie di bersaglio. Il suo armamento principale è basato su due lanciamissili anticarro armati di Missili ATAKA 9M120 carica radioguidata e tandem, in grado di colpire bersagli fino a 10 km. Il carico militare di 7,5 kg dell'ATAKA può eliminare tutti i tipi di carri armati in servizio nella NATO, anche nel settore frontale. Inoltre, ci sono due cannoni automatici 2A42 da 30 mm ciascuno con 850 proiettili, ciascuno in grado di sparare 300 proiettili al minuto fino a 2500 m in tiro teso e 4000 m in fuoco balistico. Infine, per gli scontri a corto raggio, il BMPT ha due lanciagranate da 30 mm con un totale di 600 granate caricate. Il sistema può lanciare fino a 450 granate in un minuto, ogni granata può essere lanciata fino a 1700 m e ha un raggio letale contro la fanteria di 7 metri. Infine, una mitragliatrice coassiale da 7,62 mm con cannoni da 30 mm completa questo sostanziale armamento.

La potenza di fuoco non è l'unico attributo degno di nota di Terminator. Infatti, il veicolo blindato è montato su un carro pesante T90 alimentato da un motore da 840 CV, che spinge le 48 tonnellate del veicolo blindato a oltre 60 km su strada e gli conferisce un rapporto peso / potenza di quasi 20 CV per tonnellata. . Il BMPT, infatti, è molto mobile, in grado di accompagnare e addirittura precedere all'occorrenza le vasche che scorta. La sua schermatura è più o meno paragonabile a quella del T90, in particolare con i moduli di protezione attiva Relikt progettati per neutralizzare le cariche sagomate, anche in tandem. Inoltre, beneficia di un sistema di rilevamento dei colpi e di puntamento laser e di un sistema di protezione Soft-Kill.

Il Terminator 2 è stato schierato in Siria per i test di combattimento. Sembra aver dato soddisfazione e convinto lo stato maggiore russo, per quanto inizialmente riluttante

L'equipaggio di 5 uomini è composto da un autista, un artigliere, due operatori d'armi e un comandante di carri armati. È protetto dagli attacchi nucleari, batteriologici e chimici, come altri carri armati russi in prima linea. Infine, dispone di diverse ottiche multispettrali in grado di rilevare e ingaggiare bersagli fino a 7000 metri, giorno e notte, e in condizioni di scarsa visibilità. Così adornato, Terminator 2 sembra davvero in grado di soddisfare molte esigenze, in particolare nelle aree di combattimento urbano e ad alta intensità.

Perché allora la sua adozione è stata così difficile e controversa negli eserciti russi? Il BMPT è stato progettato per impedire uno scenario simile a quello dell'ingresso di carri armati russi a Grozny nel 1994 durante il Prima guerra cecena, non accade di nuovo. Il 31 dicembre 1994, carri armati e veicoli da combattimento di fanteria dell'81 ° reggimento di tiro della Guardia russa entrarono a Grozny, allora nelle mani dei ribelli indipendentisti ceceni. Dopo aver avanzato alcuni chilometri senza incontrare resistenza, la colonna è stata presa in un fuoco incrociato di unità anticarro e mitragliatrici, distruggendo il T72 di testa e il veicolo blindato alla fine del convoglio, quindi eliminando metodicamente tutti i veicoli nella colonna. I carri armati russi e gli IVC, progettati per il combattimento in pianura, non avevano la possibilità di sollevare il loro armamento a sufficienza per ingaggiare gli assalitori appostati sui tetti e sui piani superiori degli edifici della capitale cecena.

Due carri armati T72 russi distrutti nelle strade di Grozny durante la battaglia che durò più di un mese nell'inverno del 1995

Quanto alle forze di fanteria imbarcate, destinate proprio ad eliminare queste minacce, erano costituite da giovani coscritti, che cercavano di proteggersi nei mezzi corazzati, invece di ingaggiare l'avversario. Questo scenario si è ripetuto per quasi un mese, costando la vita a più di 2000 soldati russi e portando ufficialmente alla distruzione di 62 carri armati e 160 veicoli corazzati. Il massacro non si concluse finché le forze russe non cambiarono tattica e iniziarono a colpire pesantemente Grozny con artiglieria e aviazione, senza però riuscire ad indebolire la resistenza cecena. La prima guerra cecena si è conclusa il 31 agosto 1996 con il ritiro delle forze russe e il Trattato di Khasavyurt. La Russia ha ripreso il controllo della provincia nel 2000, in quella che è stata chiamata la seconda guerra cecena, questa volta facendo affidamento su unità cecene leali che in seguito avrebbero costituito il fondamento del regime del presidente Kadyrov.

L'esperienza cecena ha segnato profondamente il quartier generale russo, che si è impegnato a rafforzare notevolmente i propri mezzi di fanteria supervisionando lo schieramento dei carri armati, ea favorire l'uso di armi a lunga distanza nel combattimento urbano. In effetti, il BMPT Terminator, quando presentato, andava contro la nuova dottrina degli eserciti russi, motivo per cui fu più o meno ignorato, sebbene la sua apparizione agli spettacoli attirasse sempre l'attenzione. Come tale, il Kazakistan e l'Algeria comandavano il carro armato, anche senza che fosse ufficialmente in servizio con gli eserciti russi.

Il BMPT-72 Terminator 2 è basato su un telaio T-72, non un T-90 come l'originale BMPT Terminator

La variante Terminator 2, o BMPT-72, presentata ufficialmente durante la parata della vittoria del 9 maggio 2018, riprende le caratteristiche del Terminator, ma sostituisce il telaio del T90 con quello del T72, di cui la Russia ha grosse scorte sotto bozzolo. Più economico del Terminator originale, richiede solo 3 uomini per la sua implementazione, essendo stati rimossi i 2 lanciagranate, così come i loro operatori. Il veicolo blindato beneficia della stessa protezione e mobilità del BMPT, ma vede la sua elettronica e il suo sistema di combattimento modernizzati, con compiti più automatizzati. È questa versione che è stata inviata per essere testata in condizioni di combattimento in Siria, come è avvenuto negli ultimi anni con molte apparecchiature russe, con apparentemente feedback significativi immediatamente integrati e corretti dai produttori.

A rigor di termini, non esiste un equivalente al Terminator russo in Occidente. Il veicolo blindato più vicino, nello spirito e nell'uso, potrebbe essere la Jaguar EBRC (Veicolo corazzato da ricognizione e combattimento) del programma SCORPION dell'esercito francese. Questo veicolo blindato 6 × 6 da 25 tonnellate trasporta un Pistola CTAS da 40 mm e due missili anticarro MMP, oltre a una mitragliatrice a torretta da 7,62 mm azionata a distanza dall'equipaggio di tre uomini. Ha anche un'ottica e un sistema di combattimento che gli conferiscono capacità di combattimento contro fanteria, armature leggere e carri armati a corto e medio raggio, come il Terminator, e il suo cannone CTAS da 3 mm. offre capacità contro fanteria, armature leggere e velivoli di basso livello fino a 40 m.

L'EBRC Jaguar, che dovrebbe entrare in servizio con l'esercito francese nel 2021, è il veicolo blindato occidentale più vicino, in termini di capacità operative, al Terminator russo.

Il Jaguar è ​​destinato a svolgere il ruolo di un carro armato leggero proiettabile negli eserciti francesi, ma anche per corazzare unità di ricognizione e per supportare i carri pesanti Leclerc, se necessario, nei loro impegni ad alta intensità. Più leggero di quasi 15 tonnellate, è naturalmente meno corazzato del Terminator, anche se l'Esercito prevede di dotarlo in una seconda volta di un sistema di protezione hard-kill, oltre ai suoi sistemi di protezione Soft. uccidere esistente. Comunque, sapendo che gli eserciti francesi hanno sempre privilegiato la mobilità e le manovre in armatura, possiamo ammettere che oggi il Jaguar è ​​il mezzo corazzato occidentale più vicino al Terminator russo.

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE