Ucraina e Turchia avanzano nella loro collaborazione industriale della difesa

Pochi giorni fa, abbiamo indicato il fileLe difficoltà incontrate dall'industria della difesa turca dopo gli interventi delle forze armate del Paese in Siria, Libia e Azerbaijan, azioni che hanno portato ad un certo divieto nel Paese da parte di molti attori industriali e tecnologici della difesa europea, americana e persino russa. Ma c'è ancora un paese per il quale la Turchia potrebbe rivelarsi il partner ideale, e viceversa: l'Ucraina.

L'industria della difesa ucraina resta infatti molto attiva, anche se negli ultimi anni le esportazioni ucraine di attrezzature per la difesa sono chiaramente crollate. In particolare, dispone di know-how e competenze avanzate in diversi settori che sono gravemente carenti nell'industria turca. Allo stesso tempo, Ankara dispone di tecnologie che, per il momento, non vengono esportate a Kiev dai suoi partner occidentali, in particolare nel campo dei missili e soprattutto dei droni. Perché i soldati ucraini, che continuano a confrontarsi con i ribelli sostenuti, equipaggiati e rinforzati da Mosca nel Donbas, e che non disperano di riconquistare la Crimea con la forza se necessario, hanno pienamente compreso l'interesse e l'efficacia dei droni turchi , e in particolare il Bayraktar TB2, che affronta alcune apparecchiature russe, in particolare la difesa antiaerea.

Le prestazioni della TB2 in Siria, Libia e Nagorno-Karabakh di fronte alle difese antiaeree di fabbricazione russa potrebbero rivelarsi decisive nel conflitto del Donbass

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE