Grecia, Emirati Arabi Uniti firmano un accordo di difesa per contrastare Ankara

La politica estera del presidente RT Erdogan è contro la Turchia? In ogni caso, questo è quello che si può pensare osservando i tanti annunci e azioni intraprese in questa direzione negli ultimi giorni, sia in Europa che in Medio Oriente. In effetti, in quella che può essere paragonata a una legge di serie, il primo ministro greco, Kyriakos Mitsotakis, e la sua controparte degli Emirati Arabi Uniti, il principe Mohammed bin Zayed Al Nahyan, hanno firmato la scorsa settimana un ambizioso accordo di difesa orientato in modo inequivocabile a contenere l'espansionismo turco nel Mediterraneo orientale e nel Medio Oriente.

Questo accordo segue il schieramento degli F-16 degli Emirati Arabi Uniti a Creta durante esercitazioni bilaterali con le forze aeree elleniche nel mezzo di una crisi tra Ankara e Atene, mentre i due paesi hanno una posizione identica riguardo esplorazione mineraria guidata dalla Turchia e dalla sua nave esplorativa Orus Reis nel Mediterraneo orientale, in un'area rivendicata da Cipro e Atene. Qualche mese prima, a maggio, i due paesi, ma anche Cipro, Egitto e Francia, avevano condannato insieme fermamente l'invio di questa nave esplorativa, dando il via a diversi mesi di tensioni nella regione. .

Le missioni di esplorazione mineraria di Orus Reis nel Mediterraneo orientale hanno innescato tensioni regionali

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso completo agli articoli di notizie, analisi e sintesi. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

A partire da 5,90€ al mese (3,0€ al mese per gli studenti) – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE