Quale risposta per Ankara alla rapida modernizzazione degli eserciti greci?

Secondo il direttore generale greco degli armamenti e degli investimenti, Theodoros Lagios, Atene avrebbe trasmesso a Washington una richiesta formale in vista dell'acquisizione da 18 a 24 aerei da combattimento F35A in breve tempo, di cui i primi 6 sarebbero velivoli di seconda mano con un basso numero di ore di volo, e che potrebbero essere trasferiti alla Hellenic Air Force nella prima metà del 2021. Questo potenziale ordine, che è ovviamente la conseguenza di un intensi negoziati tra le autorità statunitensi e greche su questioni di difesa, concentrandosi anche su l'acquisizione di 4 fregate MMSC, si aggiunge a quello di 18 aerei Rafale in standard F3R che sarà presto ufficializzato dal parlamento greco.

Sono stati invece firmati vari programmi di ammodernamento relativi ai caccia Mirage 2000-5 e F-16 (che saranno trasportati al blocco 70 Viper), nonché alle fregate Meko 200 in servizio con le armate elleniche. negli ultimi mesi o lo sarà nel prossimo futuro. Ovviamente, quindi, Atene ha intrapreso un grande sforzo per rafforzare intensamente e rapidamente le sue risorse militari, in gran parte in risposta al molteplici tensioni tra le autorità greche e turche, così come i loro eserciti, negli ultimi mesi.

L'aeronautica greca riceverà anche 18 caccia Rafale con standard F3R dal 2021 al ritmo di 1 al mese.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE