La US Navy sperimenta i droni per la logistica in mare

Secondo le statistiche della US Navy, il 90% dei voli logistici in mare che hanno mobilitato un elicottero H60 Seahawk o V22 Osprey negli ultimi anni sono stati effettuati per trasportare carichi inferiori a 50 libbre, o 25 chili. Ciò ha comportato, ad esempio, il trasporto di pezzi di ricambio critici o medicinali. Da qui l'idea di affidare queste missioni a basso carico a un drone, molto più economica e più adeguata a svolgere questo tipo di missione, secondo il NAWCAD, per la Naval Air Warfare Center Aircraft Division della base aerea navale di Patuxent River, nello Stato del Maryland.

Così, alla fine di ottobre, il NAWCAD ha ricevuto un drone commerciale del gruppo 3, cioè con una massa inferiore a 700 kg, e ora designato Blue Water Maritime Logistics UAS, per studiare la fattibilità del trasporto merci. luce verso le navi in ​​mare e da una nave in mare verso la costa. Un team di ingegneri, meccanici e piloti è stato assemblato per condurre gli esperimenti che dovrebbero portare, entro la metà del 2021, a test sulle navi stesse in mare.

Gli H60 Seahawks della US Navy sono spesso chiamati a svolgere missioni logistiche che possono essere affidate a un drone.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE