Il sottomarino nucleare Perle salvato da una straordinaria idea degli ingegneri del Naval Group

Il futuro del sottomarino nucleare attacco Pearl della Marina francese sembrava molto compromessa dopo l'incendio che danneggiò pesantemente l'intera sezione anteriore del sommergibile mentre quest'ultimo era in manutenzione presso l'arsenale di Tolone nel giugno di quest'anno. Il danno è stato così importante che si è dovuto pensare ad una ricostruzione del fronte per sperare di vedere il sottomarino tornare in mare, con costi troppo importanti per poter essere sostenuti da Naval Group, dal suo assicuratore e dal Ministero delle Forze Armate. . Allo stesso tempo, il previsto ritiro del Perle avrebbe privato la Marina francese di un sottomarino da attacco nucleare in un contesto particolarmente teso, mentre il programma SNA Suffren era di diversi anni indietro, che l'SNA ha preceduto la classe Ruby, a cui appartiene la Perla, raggiunge il limite del potenziale e che la pressione operativa è molto alta.

La situazione sembrava disperata e la Marina francese si preparava a dover fare a meno di un sottomarino aggiuntivo per almeno 3 anni, quando gli ingegneri del Naval Group hanno ideato una soluzione tanto elegante quanto originale, e persino economica, in tempo come a credito. La soluzione proposta dal costruttore navale francese si basa infatti sulla sostituzione della prua danneggiata del Perle con quella del Saphir, la seconda unità della classe Rubis, entrata in servizio nel 1984 e ritirata dal servizio nel luglio 2019, e il cui disarmo è stato avviato a Cherbourg. Tutte le ANS della classe che hanno subito il restyling dell'Amethyste, la sezione anteriore del Saphir, inizialmente diversa da quella della Perle entrata in servizio 9 anni dopo, sono infatti identiche.

L'incendio di Perle è avvenuto durante un fermo tecnico nel luglio 2019, e ha distrutto gran parte del vano anteriore del sommergibile

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a € 4,95 al mese o € 49,5 all'anno - Abbonamento professionale a € 18,00 al mese o € 180 all'anno - Abbonamento studenti a € 2,5 al mese o € 25 all'anno - Escluso codice promozionale -


Scarica il fileApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE