Gli indiani Rafales devono preoccupare molto la Cina ...

da l'arrivo alla base aerea di Ambala dei primi 5 aerei da combattimento Rafale dei 36 ordinati dall'India alla Francia, la stampa cinese ha costantemente presentato il dispositivo come incapace di affrontare il J-20 cinese, in un processo e con Argomenti poco credibili, basati sul "gap generazionale" tra i due velivoli. Ma ovviamente il soggetto sta diventando l'ossessione dei comunicatori militari di Pechino, che si sono spinti al punto da organizzare una "dimostrazione di forza" del suo nuovo velivolo per "evidenziare" la sua superiorità sui nuovi velivoli della «Indian Air Force.

Infatti, secondo il sito statale in lingua inglese globaltimes.cn, le forze aeree dell'Esercito popolare di liberazione hanno organizzato un'esercitazione consentendo a un velivolo di nuova generazione del Wang Hai Air Group di confrontarsi simultaneamente con un "gran numero" di velivoli della generazione precedente, pubblicando un punteggio "netto" di 17 vittorie aeree senza alcuna sconfitta. E per rimarcare gli spiriti, si precisa che il pilota del velivolo di nuova generazione era un "giovane pilota" che aveva a disposizione solo cento ore di volo su questo modello. Essendo il gruppo aereo Wang Hai passato il J-20 lo scorso anno, la designazione del modello dell'aereo in questione è ovviamente senza dubbio. Per la stampa cinese, questo esercizio dimostra senza il minimo dubbio che il J-20 è un velivolo di gran lunga superiore al Rafale, poiché anche l'aereo indiano è un aereo di una generazione precedente a quella del J20, e che quindi lo è impossibile "resistere" alla meraviglia tecnologica cinese, qualunque cosa dicano gli stessi indiani, che naturalmente sostengono il contrario.

Il J20 cinese non è mai stato confrontato con dispositivi occidentali durante gli esercizi. I sessanta velivoli costruiti restano concentrati sul suolo cinese, e solo molto raramente si avventurano oltre il territorio terrestre del Paese, probabilmente per paura di perdere un ordigno o di rivelarne troppo. Raffica

Se le argomentazioni avanzate dall'articolo di globaltimes.cn possono indurre i neofiti ad aderire alla dimostrazione presentata, è ovvio che essa non dimostra nulla, visto che il pubblico da tempo ha poca esperienza in materia. Da un lato, questo tipo di esercizio è generalmente progettato specificamente per evidenziare alcuni punti di forza di un dispositivo, in un ambiente molto inquadrato che non ha alcun collegamento con la realtà operativa che i dispositivi potrebbero incontrare in caso di conflitto. . Gli Stati Uniti sono abbastanza abituati a questo, con punteggi altrettanto fluidi quando si tratta di mostrare quanto l'F22 o l'F35 fossero molto superiori agli altri velivoli, evitando accuratamente di confrontarsi con i loro aerei modelli stranieri fuori da questo quadro. D'altra parte, non si può sostituire un dispositivo con un altro, con il solo pretesto che appartiene alla stessa generazione, e trarne conclusioni. Pertanto, l'F16A, il Mirage 2000C e altri Tornado sono tutti velivoli di quarta generazione. Sono, tuttavia, a mille miglia dall'eguagliare un F4 Block16 Viper, un Rafale F70R o un Typhoon Tranche III che, però, sono anche classificato in 4a generazione, probabilmente peraltro a torto. In altre parole, la manifestazione cinese non dimostra assolutamente nulla.

Ma la domanda più importante è sapere perché la Cina si senta in dovere di mettere in scena la propria superiorità sull'India, e in particolare su questo dispositivo, disponibile per il momento solo in 5 copie all'interno dell'Air Force indiana. ? Mentre le autorità indiana e cinese hanno raggiunto un nuovo accordo nel tentativo di disinnescare le tensioni sull'altopiano del Ladakh, si potrebbe pensare che questo tipo di dimostrazione di forza attraverso l'intermediazione della stampa si indebolirebbe. Ovviamente è abbastanza diverso. Al contrario, questi articoli si stanno moltiplicando sulla stampa controllata da Pechino, rivelando, se necessario, che le autorità cinesi considerano davvero il Rafale come una vera minaccia alle sue ambizioni a venire.

Pechino sta aumentando anche le esercitazioni e le dimostrazioni di forza intorno all'isola di Taiwan, con un obiettivo simile a quelli nei confronti dell'India.

In realtà, possiamo vedere che la stampa internazionale cinese, molto vicina al PLA, applica metodicamente a Nuova Delhi la stessa strategia che contro Taipei, vale a dire cercando di persuadere l'opinione pubblica dell'assoluta superiorità militare della Cina sul suo potenziale avversario. In effetti, gli argomenti e le conclusioni sulle prestazioni comparative del Rafale e del J20 sono in tutto simili a quelli sulle capacità offensive della Marina cinese e delle sue forze d'assalto nei confronti delle capacità difensive dell'isola indipendente, tra cui con potenziale assistenza dagli Stati Uniti. Non è né più né meno che una propaganda aggressiva intesa a erodere il morale dell'avversario, a fargli perdere la voglia di resistere di fronte al potere cinese.

Detto questo, nelle ultime settimane, la propaganda cinese ha raggiunto un nuovo livello, poiché ora si basa su esercizi PLA progettati per servire le sue parole propagandistiche. Quindi, come abbiamo detto sopra, l'esercizio organizzato per cercare di dimostrare la superiorità del J-20 è di scarso interesse da un punto di vista tattico o militare, e quindi serve solo dare materiale per comunicare. Allo stesso modo, il file aumento delle esercitazioni navali e aeree nel Taiwan Pass e intorno all'isola serve solo ad aumentare la pressione sull'opinione pubblica taiwanese, e anche qui, a servire da supporto per la stampa cinese, sia a livello internazionale per erodere il morale dei potenziali avversari, sia a livello interno, per radunare il popolazione intorno al suo esercito e la sua presunta superiorità su tutti i suoi oppositori designati. Storicamente, questo tipo di comportamento è stato spesso la premessa di azioni molto aggressive, persino conflitti. Siamo stati avvertiti!

L'attributo alt di questa immagine è vuoto, il nome del file è banner-xmas_fr.jpg.

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE