La Russia prepara la sostituzione dell'Armata T-14 per il 2040

Dopo i fallimenti dei carri armati russi T80 entrati a Grozny nel 1994 durante la prima guerra cecena, e quello degli americani Abrams impegnati contro i guerriglieri iracheni, molti esperti hanno previsto la fine imminente del concetto di Battle Tank, un veicolo blindato pesantemente armato e protetto destinato a sfondare le linee nemiche sia per la sua potenza di fuoco che per il suo impatto psicologico. Secondo loro, i progressi registrati dalle armi anticarro e dai vettori che le utilizzano condannano l'efficacia di questi sistemi d'arma, a favore di veicoli blindati e mezzi aria-terra molto più mobili.

Ovviamente, lo Stato maggiore russo non condivide questo apprezzamento per il futuro. Non solo la Russia è stata il primo paese, e ancora oggi l'unico, a svilupparsi effettivamente una nuova generazione di carri armati principali, la serie T-14 Armata, presentato ufficialmente per la prima volta durante la parata della vittoria il 9 maggio 2015 in Piazza Rossa, e che deve entrare in servizio nelle prime unità russe dal 2021, ma il paese si è impegnato a farlo modernizzare una parte significativa dei suoi carri armati principali T72, T80 e T90 esistenti, per renderli formidabili avversari sul campo di battaglia. E oggi, nonostante i loro limiti economici, gli eserciti russi hanno ancora la più grande formazione di moderni carri armati pesanti in servizio, mentre in Europa i parchi si sono atrofizzati a livelli quasi simbolici, la Francia sì. avendo solo 225 carri armati Leclerc in servizio, Germania 360 Leopard 2 e Gran Bretagna 160 Challenger 2.

Esportato in 8 paesi, tra cui India ed Egitto, il T90 è oggi uno dei carri armati più esportati al mondo, dopo gli Abrams americani e il Leopard 2 tedesco.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a 4,95 € al mese, 2,50 € al mese per studenti e 18 € al mese per abbonamenti professionali. Le offerte di abbonamento annuali 2 mesi gratuiti.


ScaricaloApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE