L'Iran negozia l'acquisizione dei sistemi antiaerei S400, Tor M2 e Pantsir S2 dalla Russia

La politica estera di Donald Trump si sta rivoltando contro di lui? Questo è ciò che si potrebbe pensare visto che la proposta degli Stati Uniti di estendere l'embargo sulla vendita di armi all'Iran è stata respinta dalla stragrande maggioranza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite la scorsa settimana, tra cui compreso dagli alleati francesi e britannici. Ricorda che questo embargo era collegato a continuazione del programma nucleare militare di Teheran, nonché gli accordi di Vienna, di cui gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente nel 2018 su decisione del presidente Trump. L'Iran, infatti, sarà in grado di acquisire sistemi d'arma dal 18 ottobre di quest'anno, salvo un'eccezionale e improbabile svolta L'uso da parte di Washington della procedura "snapback", una forma di diritto di veto inverso, che vieta di uscire da una decisione.

Oltre all'S400 e al Pantsir S2, Teheran è interessata anche al sistema antiaereo a corto raggio Tor M2, che si è dimostrato molto efficace, secondo Mosca, in Siria nella Difesa della base aerea di Hmeimim

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE