La Turchia costruisce una nuova fabbrica per il futuro jet da combattimento T-FX

L'esclusione di Ankara dal programma F35 ha ovviamente fatto scorrere molto inchiostro, in Turchia come negli Stati Uniti. Al di là degli aspetti politici e industriali, il principale vincolo per gli eserciti turchi di questa decisione relativa all'acquisizione di sistemi S-400 di origine russa, è l'assenza di una soluzione a breve termine per sostituire parte della sua forza aerea. raggiunto da una forte obsolescenza, come nel caso dei suoi F4E Phantom acquisiti negli anni '70. priva anche Ankara del sostegno occidentale sviluppare il suo programma di caccia T-FX di “nuova generazione”, destinato a sostituire i 250 F16 in servizio con l'Aeronautica Militare Turca.

Se, per un po ', Ankara sembrasse avvicinarsi a Mosca acquisire caccia Su-35 e possibilmente partecipare al programma Su-57, questa opzione sembra aver perso il suo fascino in quanto le aree di tensione tra i due paesi continuano a moltiplicarsi e peggiorare, sia in Siria, Libia o nelle tensioni tra Armenia e Azerbaigian. Tutti gli occhi sono quindi ora puntati sul programma T-FX, che sta diventando un simbolo del rilancio dell'industria della difesa turca, con il carro pesante Altay, le corvette Ada, l'elicottero T129 o il drone armato Bayraktar TB2.

Il carro armato principale degli Altai è uno dei simboli delle capacità della nuova industria della difesa turca.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE