La Serbia vuole acquisire il sistema antiaereo cinese FK-3 per evitare le sanzioni statunitensi

Belgrado avrebbe convalidato l'ordine per 3 sistemi antiaerei cinesi di medio raggio FK-3, versione di esportazione del sistema HQ-22, per rafforzare le sue capacità antiaeree. Almeno questo è l'annuncio pubblicato da il sito balkansec.net, sulla base delle informazioni della società di importazione di sistemi d'arma Jugoimport-SDPR. Questi sistemi si completeranno Sistemi Pantsir-S1 consegnato a febbraio acquistato dalla Russia, e Sistemi Mistral 3 acquisiti dalla Francia, per modernizzare la difesa aerea multistrato del paese e proteggere i siti strategici. 

Per diversi anni, le autorità serbe hanno voluto acquisire un sistema antiaereo a medio o lungo raggio e era particolarmente interessato alla S400 russa. Ma la paura delle sanzioni statunitensi come parte di Legislazione CAATSA, così come l'alto prezzo della transazione, dissuase Belgrado, che preferiva rivolgersi a Pechino, e il suo sistema FK-3, di cui il paese balcanico sarà il primo cliente di esportazione. 

La Serbia ha percepito 6 sistemi Russian Pantsir S1 nel febbraio 2020

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE