La Corea del Sud opta per F35B e conferma le ambizioni aeree navali

Mentre alcuni paesi si chiedono l'interesse delle portaerei in un conflitto moderno, in particolare negli Stati Uniti e in Francia, diversi paesi stanno compiendo sforzi significativi per acquisire tale capacità. Questo è il caso del Giappone, che ordinò di armare una quarantina di F35B i suoi due cacciatorpediniere di classe Izumo, L'India, che continua i suoi sforzi per rafforzare la sua flotta aerea navale, o la Cina, compresa la terza portaerei, questa volta dotata di catapulte elettromagnetiche e in grado di utilizzare aerei pesanti e droni da combattimento. La Corea del Sud, le cui ambizioni navali sono state discusse più volte nelle nostre colonne, non fa eccezione. Infatti, Seoul ha annunciato, a luglio 2019, il sviluppo di due portaerei d'assalto da 30.000 tonnellate in grado di operare fino a 16 aerei da combattimento F35B, che il paese non ha.

Questo sarà presto il caso, poiché la stampa sudcoreana ha fatto eco alla decisione presa dalle autorità del paese e contrariamente a quanto detto a novembre 2019, per sostituire gli ultimi 20 F35A dell'ordine iniziale che doveva riguardare 60 velivoli per sostituire gli F4 e gli F5 ancora in servizio con l'aeronautica coreana, con 20 F35B, versione con decollo e atterraggio corto o verticale del caccia americano, in servizio specialmente nel Corpo dei Marines degli Stati Uniti, nella Royal Air Force, e comandato da Tokyo, per servire a bordo delle rispettive portaerei. Con questi dispositivi, Seoul disporrà di capacità di proiezione di potenza che sono certamente limitate, ma reali, sia nel quadro della coalizione che nella difesa del suo territorio contro Pyongyang o Pechino, se necessario.

Grazie al suo ugello orientabile e alla sua ventola di bilanciamento situata dietro l'abitacolo, l'F35B può eseguire decolli brevi e atterraggi verticali, come gli Harrier che sostituisce nel Corpo dei Marines o nella Royal Air Forza.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a 4,95 € al mese, 2,50 € al mese per studenti e 18 € al mese per abbonamenti professionali. Le offerte di abbonamento annuali 2 mesi gratuiti.


ScaricaloApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE