L'India avvia l'acquisizione di altri 6 Boeing P8i Poseidon

Le crescenti tensioni tra Pechino e Nuova Delhi sono ovviamente prese molto sul serio dalle autorità indiane, che stanno aumentando le procedure per l'acquisizione di equipaggiamenti per la difesa, a volte in emergenza, dai propri partner internazionali. È il caso in particolare degli Stati Uniti, ai quali New Delhi ha appena notificato una richiesta di offerta (RFP for Request for Price) relativa a 6 nuovi pattugliatori marittimi P8i, oltre agli 8 già in servizio e ai 4 esemplari ordinati in 2016. Il contratto è stimato a $ 1,8 miliardi. Inizialmente, l'ordine doveva riguardare 10 velivoli aggiuntivi, come annunciato lo scorso anno dall'Indian Defence Committee. Mais…

Leggi l'articolo

Rafale: cinque aerei sono decollati questa mattina per la base aerea di Ambala, in India

Dall'inizio della primavera, India e Cina stanno attraversando una profonda crisi militare e diplomatica in Himalaya, che ha già causato decine di vittime. In questo contesto particolarmente teso, le due maggiori potenze asiatiche stanno rafforzando le loro forze nella regione per prepararsi a un possibile confronto militare. Come abbiamo già accennato in un'analisi dedicata, il rafforzamento dell'assetto militare indiano comporta in particolare l'ordine urgente di nuovi aerei russi ma, soprattutto, la consegna accelerata di aerei da combattimento Rafale, prodotti dal gruppo francese Dassault Aviation. Secondo quanto annunciato nelle scorse settimane,...

Leggi l'articolo

La Corea del Sud opta per F35B e conferma le ambizioni aeree navali

Mentre alcuni paesi mettono in discussione l'interesse delle portaerei in un conflitto moderno, in particolare negli Stati Uniti e in Francia, diversi paesi stanno compiendo sforzi significativi per acquisire tale capacità. È il caso del Giappone, che ha ordinato a una quarantina di F35B di armare i suoi due cacciatorpediniere classe Izumo, dell'India, che continua i suoi sforzi per rafforzare la sua flotta aerea navale, o della Cina, la cui terza portaerei, questa tempo dotato di catapulte elettromagnetiche e in grado di utilizzare aerei pesanti e droni da combattimento. La Corea del Sud, le cui ambizioni navali sono state discusse più volte...

Leggi l'articolo

Il decreto presidenziale per facilitare l'esportazione di droni da combattimento divide i politici statunitensi

Finora esportazioni da parte degli Stati Uniti di sistemi di droni di categoria 1, ovvero con una capacità di carico utile inferiore a 500 kg a più di 300 km, come l'MQ-1 Predator, l'MQ -9 Reaper o l'RQ-4 Global Hawk , erano subordinati a un esplicito previo consenso delle autorità americane, secondo la regola della “presunzione di rifiuto”, all'assimilazione ai missili della normativa Missile Technology Control Regime, o MTCR. Il paese acquirente ha dovuto giustificare, in circostanze eccezionali, la sua richiesta, che ha generato una procedura lunga e sensibilmente più macchinosa rispetto ad altre apparecchiature. Secondo le dichiarazioni di diversi industriali...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE