Covid-19: l'aeronautica francese rinuncia agli elicotteri pesanti, ma non alla modernizzazione delle sue capacità

Qualche mese fa, conferma della Aviation Week che l'Aeronautica francese era pronta a noleggiare e acquisire elicotteri pesanti CH-47 Chinook aveva suscitato scalpore. Va detto che la necessità di elicotteri per il trasporto di carichi pesanti è enorme, in particolare per il sostegno alle operazioni francesi in Africa. Con l'acquisizione di un piccolo numero di CH-47, la Francia non sarebbe più stata dipendente dagli elicotteri schierati dai suoi alleati, come il Regno Unito o la Danimarca.

Sfortunatamente, era prevedibile, la crisi economica post-coronavirus porterà molto probabilmente al rinvio o alla cancellazione di questo programma. Tuttavia, per lo stato maggiore dell'aeronautica, tale annuncio non sarebbe necessariamente una cattiva notizia. In effetti, nell'attuale contesto economico, l'acquisizione di attrezzature prodotte in Francia sarebbe una priorità. Ciò consentirebbe all'aeronautica di anticipare il rinnovo dei suoi elicotteri da trasporto Puma, ma anche di accelerare la consegna dei caccia Rafale o delle petroliere A330 MRTT Phoenix.

Dopo diversi anni di esitazione, l'aviazione militare francese dovette finalmente acquisire i CH-47, complementi ideali per i suoi aerei da trasporto CN-235.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense

Solo fino a domenica, approfittane 20% di sconto sul tuo abbonamento annuale (pro/personale/studente) con il codice ESTATE 2021


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE