Vendita di elicotteri: l'Italia si presenta come il nuovo partner privilegiato dell'Egitto

Fonti ufficiali italiane hanno confermato questa settimana che lo farà il gruppo Leonardo vendere 24 elicotteri AW149 e 8 elicotteri AW189 alle forze armate egiziane. Per un valore di 871 milioni di euro, il contratto potrebbe essere il primo di una serie di vendite italiane di armi in Egitto.

In effetti, dall'inizio degli anni 2010, Il Cairo moltiplica l'acquisizione di armi pesanti. Situato tra un Nord Africa particolarmente turbolento dal crollo del regime libico e un Medio Oriente in subbuglio dalla primavera araba del 2011, l'Egitto intende affermarsi rapidamente come un attore regionale chiave, sia militarmente che diplomatico.

Tuttavia, se i primi contratti di armamenti hanno favorito soprattutto la Francia, con l'acquisizione di aerei da combattimento e navi da combattimento, è precisamente un grave errore diplomatico da parte del presidente della Repubblica Emmanuel Macron che interruppe bruscamente la luna di miele commerciale tra Parigi e il Cairo. Abbastanza per aprire un ponte d'oro per i venditori italiani, che sperano di vendere fregate e combattere aerei oltre agli elicotteri militari, come dettagliato in un precedente articolo.

Il 24 AW149 acquistato in Italia sarà probabilmente destinato all'uso navale

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE