Israele acquisisce munizioni vaganti FireFly per supportare forze speciali e fanteria

Il ministero della difesa israeliano ha ordinato un numero sconosciuto di munizioni vaganti (loitering weapons) di tipo Spike FireFly, ottimizzate per il combattimento ravvicinato. Particolarmente leggero, il FireFly avrà la possibilità di essere utilizzato sia per colpire con precisione che per ricognizione, combinando le funzioni di munizioni vaganti e droni leggeri a seconda del carico utile a bordo.

Nessun dubbio, quindi, che questo uso misto rafforzerà la confusione tra droni e munizioni vaganti, essendo quest'ultimo spesso descritto come drone suicida o drone kamikaze. Tuttavia, se le moderne munizioni vagabonde devono davvero molto ai progressi tecnologici nel settore dei droni, ora costituiscono una classe di munizioni a parte, che FireFly completa nella parte inferiore dello spettro.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE