Saab testa un nuovo tipo di radar AESA sul suo Gripen e mira al mercato internazionale

Il 24 aprile, la società svedese Saab ha annunciato di aver fatto volare il suo nuovo radar AESA per la prima volta a bordo di un Gripen JAS-39D. Questo radar, la cui designazione non è ancora stata rivelata, integrerebbe moduli progettati dal nitruro di gallio (GaN), un semiconduttore particolarmente efficiente ma che è ancora raro su antenne radar di queste dimensioni.

Con questi primi test di volo, Saab mostra il suo dinamismo nel campo dei radar AESA GaN, ma anche la sua volontà di continuare a dare vita alla sua vecchia generazione Gripen sul mercato delle esportazioni. Infatti, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il radar che è stato testato in volo l'8 aprile non sarà integrato sul nuovo Gripen E che Saab presenta alla maggior parte dei mercati di esportazione . Si tratta di un nuovo modello che Saab vorrebbe declinare in numerose varianti destinate al mercato di esportazione, nonché in campo aereo, navale o terrestre.

Con il suo nuovo radar, Saab si rivolge principalmente al mercato di esportazione, sia per modernizzazione dei Gripen esistenti sia per futuri acquisti di Gripen C e D

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE